CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

RISCRIVERE L’EVOLUZIONE DEGLI UCCELLI: ECCO I NUOVI RISULTATI

Siete appassionati di birdwatching? Avete a casa qualche libro che racconta le meraviglie del mondo dei volatili? Bene, ritagliate pure le foto e buttate via il resto. Il più grande studio mai fatto finora sugli uccelli ha rivelato fatti sorprendenti sull’evoluzione dei pennuti e rischia fi far riscrivere molti testi di biologia. La ricerca statunitense, pubblicata sull’ultimo numero della rivista Science, mette alla prova molte delle conoscenze ritenute assodate sulle relazioni tra le diverse famiglie di uccelli. Solo per fare qualche esempio, i pappagalli e i passeri sono parenti molto più stretti di quanto si pensi, e i falchi, a dispetto delle molte similitudini, hanno pochi legami parentali con i corvi e le aquile, mentre gli allegri e colorati colibrì si sono evoluti da cupi uccelli notturni. I pradossi, poi, non terminano certo qui; per esempio, i fenicotteri, grandi amanti dell’acqua, si sono evoluti da uccelli che con l’acqua non c’entravano nulla, ma si sono adattati al loro nuovo ambiente. “Una delle lezioni che abbiamo imparato è che spesso l’apparenza inganna“, ha dichiarato alla Reuters la dottoressa Sushma Reddy, del Chigago’s Field Museum of Natural History, una delle firmatarie della pubblicazione. Reddy e i colleghi hanno studiato le sequenze genetiche di 169 specie di uccelli, provando a districarsi tra le complesse relazioni familiari delle fronde dell’albero evolutivo degli uccelli. “Abbiamo tentato di rappresentare tutti i maggiori gruppi di uccelli e tutte le maggiori linee evolutive“, continua Reddy. Gli uccelli che possiamo osservare oggi hanno avuto un’evoluzione quasi fulminea. Nonostante ci possa apparire molto, si sono evoluti rapidamente, nell’arco di qualche milione di anni, tra 65 e i 100  milioni di anni fa. I loro più antichi antenati erano piccoli dinosauri carnivori pennuti. I veloci cambiamenti hanno reso difficile l’identificazione precisa dell’evoluzione volatili, e tutti i piccoli studi fatti finora hanno portato molte volte a risultati discordanti. Verosimilmente i risultati di questo ambizioso studio alzeranno un pò di polvere nella comunità scientifica, ma la dottoressa Reddy e i colleghi si sono dichiarati sicuri delle loro scoperte.

Fonte: http://ulisse.sissa.it/

About these ads

Una risposta a “RISCRIVERE L’EVOLUZIONE DEGLI UCCELLI: ECCO I NUOVI RISULTATI

  1. zret giugno 28, 2008 alle 4:32 pm

    Queste elucubrazioni paleontologiche sono fantasie prive del tutto di fondamento.

    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 143 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: