CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Scienziati verso la scoperta di Nemesi, la “stella della morte”?

Un oggetto oscuro potrebbe vagare nelle regioni remote del nostro Sistema Solare, mandandoci di tanto in tanto qualche cometa o sasso spaziale verso la Terra. Definito “Nemesis” o “The Death Star”, questo oggetto non ancora rilevato e per ora solo ipotizzato potrebbe essere una nana rossa o bruna, o un oggetto ancora più scuro dalle dimensioni diverse volte superiori a quelle di Giove. Perchè gli astronomi credono alla presenza di questo corpo? Inizialmente Nemesis era stato ipotizzato come causa principale delle estinzioni di massa sulla Terra. David Raup e Jack Sepkoski hanno avanzato l’ipotesi che negli ultimi 250 milioni di anni il nostro pianeta abbia sperimentato cicli di estinzione al ritmo di uno ogni 26 milioni di anni circa. Questo ciclo di estinzioni sarebbe principalmente dovuto all’impatto di corpi cometari, anche se la durata del ciclo stesso e l’ipotesi dell’impatto di comete è ancora molto dibattuta, dato che per ora non c’è alcuna prova concreta che le estinzioni di massa si verifichino con questa regolarità. Il nostro Sistema Solare è circondato da una vastissima nube di corpi oscuri e ghiacciati, chiamata Nube di Oort. Se il nostro Sole è parte di un sistema binario, come lo sono molti sistemi solari osservati attorno a noi, potrebbe esserci un corpo oscuro che interagisce con la Nube di Oort, scagliando comete verso il centro del nostro sistema planetario grazie alla forza gravitazionale che esercita su di esse. Una sorta di enorme cannone spaziale puntato verso di noi. I sistemi binari sono infatti molto comuni. Si calcola che almeno 1/3 delle stelle della Via Lattea abbia una compagna, o sia parte di un sistema multiplo di stelle. Le nane rosse sono molto frequenti nella nostra galassia. Anche le nane bruno sembrano esserlo, ma quelle note sono solo qualche centinaio, contro le migliaia di nane rosse conosciute. Queste stelle sono entrambe più oscure rispetto al Sole, oltre che decisamente più fredde, il che renderebbe difficile scoprirle anche se si trovassero nelle regioni oltre la Nube di Oort, a distanza relativamente ravvicinata rispetto alla stella più vicina, Proxima Centauri. Perchè quindi si è giunti all’ipotesi di Nemesis, nonostante sembra non ci siano prove a supporto? La chiave è Sedna, un pianetucolo che ha un orbita definita “senza senso” da Mike Brown, astronomo della Caltech: “Sedna non dovrebbe essere lì. Non c’è modo di posizionare Sedna a quel punto. Non arriva mai così vicino al Sole da esserne attratto, ma non va mai lontano a sufficienza da essere influenzato da altre stelle“. Ecco quindi che spunta Nemesis: la spiegazione della bizzarra orbita di Sedna potrebbe essere quella di un corpo oscuro e di grande massa che ne influenza l’orbita. John Matese invece, professore emerito di fisica all’Università della Lousiana a Lafayette, sospetta che Nemesis possa esistere per un altro motivo: le comete che entrano nel Sistema Solare sembrano provenire per la maggior parte dalla Nube di Oort, e Matese sostiene che l’influenza gravitazionale di un corpo oscuro stia disturbando la nube, scagliando comete verso l’interno del Sistema Solare. Secondo i calcoli di Matese, il corpo oscuro dovrebbe essere grande dalle 3 alle 5 volte la massa di Giove, e trovarsi ad una distanza di 25 Unità Astronomiche (circa 1/3 di anno luce). Ma come scoprire se l’ipotesi di Nemesis è reale o si tratta solo di congetture? La speranza è ora riposta in WISE, che sta scansionando l’Universo su diverse frequenze di infrarosso. Se c’è un corpo più caldo di un pianeta oltre il nostro Sistema Solare, è molto probabile che WISE lo scoprirà nei prossimi 2-3 anni. Tutto sta nell’aspettare che WISE scatti due fotografie della stessa porzione di spazio in momenti differenti a distanza di uno o più anni l’una dall’altra, in modo tale da consentire agli astronomi di osservarne le differenze per tentare di scoprire se il nostro Sole ha una compagna sulla cui esistenza siamo sempre stati all’oscuro. Dovremo aspettare fino al 2013, non ci resta che avere pazienza e sperare che Nemesis, ammesso che esista, non ci mandi qualche regalino nei tre anni che rimangono.

Fonte: http://www.ditadifulmine.com/2010/03/nemesis-la-probabile-compagna-del-sole.html

Sotto breve documentario su Nemesis ed estinzioni di massa

Annunci

26 risposte a “Scienziati verso la scoperta di Nemesi, la “stella della morte”?

  1. Dr.Kathrine Martinez-Martignoni marzo 15, 2010 alle 1:04 pm

    Tutto puo` essere…ma per il momento fatico a credere alla possible esistenza di questa “stella della morte chiamata NEMESI”.
    Comunque per dire qualcosa di piu` sicuro su questa ipotetica stella (od oggetto oscuro) NEMESI…SEVIREBBERO MOLTE ALTRE PROVE SCIENTIFICHE(PER CUI,EVENTUALMENTE MEGLIO RIPARLARE DI QUESTO IN FUTURO)….MENTRE ORA ABBIAMO SOLAMENTE “FLEBILI” INDIZI A SOPPORTO DI QUESTA “STRANA” IPOTESI STELLARE(FLEBILI INDIZI CHE CHE NON CI AUTORIZZANO COMUNQUE AD DIRE ASSOLUTAMENTE NULLA DI CERTO E DI SCIENTIFICO IN UN SENSO O NELL`ALTRO).
    VEDREMO NEL 2013 SE QUALCHE SCIENZIATO CONFERMERA` ( O MENO) QUESTA PARTICOLARE NOTIZIA…
    dr.Kathrine Martinez-Martignoni (Svizzera).

  2. Kla marzo 15, 2010 alle 2:48 pm

    David Raup e Jack Sepkoski hanno avanzato l’ipotesi che negli ultimi 250 milioni di anni il nostro pianeta abbia sperimentato cicli di estinzione al ritmo di uno ogni 26 milioni di anni circa. Questo ciclo di estinzioni sarebbe principalmente dovuto all’impatto di corpi cometari.
    Ma l’ulitima estinzione non c’e stata 65 milioni di anni fa con la scomparsa dei dinosauri? Cmq, secondo me questo misterioso pianeta esiste veramente…..e’ poi e fortemente citato in diversi scritti di civiltà antiche

  3. gimbo marzo 15, 2010 alle 6:38 pm

    Sono così ignorante in astronomia che non sapevo nulla sulla nube di Oort….quoto dr.Kathrine Martinez-Martignoni (Svizzera).Aggiungo,se l’ipotesi sarà accreditata dovremmo riscrivere un bel pò di libri e testi scolastici,senza considerare le eventuali porte scientifiche che questa scoperta da sola aprirebbe.

  4. MilloRN marzo 15, 2010 alle 7:54 pm

    gimbo, non è questione di ignoranza, ma è bensì una storia come un’altra, ti è semplicemente sfuggita sui blog di ufologia :=)
    io non ci credo molto, che cavolo significa “esinzione ciclica”??? mettere insieme queste 2 parole quando si parla di asteroidi che colpiscono un pianeta mi sembra una S******TA!!! si potrà parlare di estinzione ciclica in base alle stagioni! per esempio: possiamo dire che sul pianeta X la specie Y si estingue quasi completamente nel periodo invernale e riaffiora in primavera… ma non si può dire che un pianeta spara con cadenza di 26milioni di anni asteroidi CONTRO DI NOI!!! e ci colpiscono tutti???
    e quando finiscono gli asteroidi??? e se uno arriva in ritardo???

    ma valà vaaa…

  5. giovanni marzo 16, 2010 alle 9:46 am

    Ora mi arrabbio!

    ma perchè date fiato alle bocche (in questo caso forza alle dita) per dire (scrivere) cose di cui non sapete NULLA!

    Millorn…..tu non sai NULLA di ciò che è successo in passato su questo pianeta.
    Tu non sai NULLA di cosa c’è la fuori.

    Tu non sai se nel giro attorno al centro della galassia il nostro sistema solare passa in zone particolari dell’universo

    E NON LO SA NESSUNO.

    Personalmente ho studiato invece che con molta probabilità il nostro sistema solare nel suo giretto potrebbe entrare in contatto con parti dell’universo particolari, abbozzi di galassie, zone dove stanno nascendo stelle, zone dove magari ci sono residui di supernove, zone dove magari ci sono stati appena impatti titanici.

    aprite la mente guardate oltre ciò che vi hanno messo davanti al naso, per piacere!

    o senno continuate a credere a babbo natale perchè trovate i regali sotto l’albero.
    L’universo è immenso.
    Non abbiamo fatto che qualche scopertuccia e abbiamo giusto qualche foto di qualche galassia…..ed ecco che adesso sappiamo TUTTO.

    poveri illusi

  6. Antonello Vozza marzo 16, 2010 alle 10:44 am

    A quel che dice wikipedia, il limite tra una nana bruna ed un gigante gassoso è davvero limitato.

    A questo punto mi chiedo quale sia la differenza tra il Nibiru sumerico e questa Nemesis.

    Forse non sono tutte cavolate no ?

    Antonello Vozza,
    Coordinatore Web CUT.

  7. Ivan marzo 16, 2010 alle 10:46 am

    teoria interessante

  8. Giovanni marzo 16, 2010 alle 1:25 pm

    OFF TOPIC

    ma vi farà rendere conto di come LA NATURA HA LO STRAPOTERE e noi capiamo appena perchè facciamo pipì….

    http://fabristol.wordpress.com/2008/07/03/le-formiche-zombie-comandate-da-un-fungo/

  9. franco29337 marzo 16, 2010 alle 1:58 pm

    A conferma di ciò che illustra bene il Sig.Giovanni, occorre ricordare che la nostra stella e tutta la sua coorte di satelliti, oltre a percorrere nei millenni l’intero periplo della galassia, segue pure una sua orbita che lo porta ad attraverare,non ricordo con quale inclinazione,lo spessore del braccio galattico in cui siamo immersi spiraleggiando praticamente all’infinito. Una situazione che gli astronomi professionisti e non solo, conoscono molto bene.Perciò la possibilità di incontrare situazioni per noi strane,che poi nella visione generale del cosmo strane non sono. Saluti F.

  10. MilloRN marzo 16, 2010 alle 6:21 pm

    @GIOVANNI, l’unico che ha dato fiato alla bocca sei tu… io intendevo esattamente quanto stai dicendo, non si può sapere cosa è successo, stai puntando il dito verso la persona sbagliata, se mai chi dice che ogni 26milioni si verifica un’estinzione è un megalomane e un cazzone nel vero senso della parola… sparano numeri a caso?

    a comunque, quello che hai studiato potrebbe benissimo averlo scritto un pirla che dice cose a caso… nemmeno lui lo sà… quindi prima di parlare e puntare il dito pensa a quello che dici invece di parlare a vanvera anche tu, grazie

  11. Eric marzo 16, 2010 alle 7:57 pm

    Credo che Giovanni abbia una preparazione, per quanto riguarda l’astronomia, simile a quella di MilloRN. La mia preparazione non è dissimile dalla loro. Esistono gli scienziati, che pur conoscendo relativamente poco la materia, ne sanno mooooolto più di noi tre messi insieme, e di alcuni miliardi di altre persone, che vivono su questa Terra, ma che non hanno studiato astronomia. Non capisco, pertanto, come Giovanni possa esprimere le sue valutazioni riguardo l’argomento. Lo chiarisca. Nel senso: esponga chiaramente e con rigore scientifico le sue tesi. Dica da cosa sono supportate. Ci fornisca delle prove. Io stesso, quando ho voglia di parlare, per il solo gusto di farlo, vado al bar. E parlo, parlo, dico cazzate, perchè mi diverte farlo. Trovo chi mi dà torto e chi mi dà ragione e alla fine torno a casa contento. Questo non è un bar o, almeno, non dovrebbe esserlo. Per carità, tutti sono liberi di dire ciò che vogliono: non sarò senz’altro io a porre regole e “paletti”. Non ne ho nè l’intenzione, nè l’autorità per farlo. Quando, però, dovessi accorgermi che questo fosse frequentato essenzialmente da astrologi, preferirò andarmene al bar…..

  12. IMMA marzo 16, 2010 alle 8:33 pm

    Quoto Giovanni e mi arrabbio pure io!!Ma lo volete capire che la scienza ,anche se nella sua ottusità avesse capito qualcosa dell’Immensità che ci circonda,E’ASSERVITA AL SISTEMA??e ci propina quello che l’elite vuole che sappiamo??(,,e ciè poco o nulla,o,peggio,falsità e manipolazioni)SVEGLIAMOCI TUTTI!! Non c’è più molto tempo…

  13. Dr.Kathrine Martinez-Martignoni marzo 16, 2010 alle 11:34 pm

    Senta Imma cara e bella,
    che Lei lo voglia oppure no,L`umanita` (dai tempi di Galileo Galelei in poi) é progredita unicamente e solamente grazie alla Scienza (e…non grazie alla religione,alla filosofia o ad altro).
    Quindi, le sue ” famose vibrazioni(o frequenze) di Amore del Pianeta” (che suppostamente dovrebbero aumentare o diminuire a secondo del livello “spirituale” degli esseri umani che abitano questo magnifico Pianeta) sono unicamente e solamente “aria fritta” a cui neppure il mio gatto “Guglielmo Tell” (questo é il nome del mio bellissimo gatto) potrebbe prestar fede…senza “scompisciarsi” dalle risate .
    Credo,cara Signora Imma, che le sue “vibrazioni” sono un`emerita “vaccata da New Age”(in tutti i sensi possibili immaginabili!!!) e credo pure che se l`ufologia si inerpichera`” sulla strada “spiritualista” (invece che continuare a persegiure la corretta via scientifica e razionale)che Lei ci vorrebbe vendere qua…beh,allora é sicuro che la nostra amata ufologia riuscira` a produrre solamente “chiacchere,cialtronismi e ciancerie” da bar sport (nient`altro)!!
    Spero che,come al solito,io sia stata sufficientemente chiara ed esplicita e che quindi …TUTTI GLI UFOLOGI SERI E DOTATI DI “SANO BUON SENSO” RIFIUTINO LA VISIONE “SPIRITUALISTA ED HIPPY” DELL`UFOLOGIA “VIBRAZIONALE” PROPRIA DELLA CARA SIGNORA IMMA… “VISIONE DELLE COSE” CHE (SE FOSSE ACCETTATA) CI FAREBBE CADERE TUTTI IN UN “BARATRO SENZA FONDO E PERENNE”.
    Buonanotte.
    Dr.Kathrine Martinez-Martignoni (Svizzera).

  14. Arthur McPaul marzo 16, 2010 alle 11:37 pm

    Salve a tutti. Questo articolo, riportato come fonte da space.com, non è altro che un riassunto brevissimo sugli ultimi 25 anni di ricerche relative ad un ipotetico oggetto, chiamato dall’astrofisico Richard Muller in un suo articolo dei primi anni ’80, come Nemesis. I suoi studi parlavano di una stella nana rossa, per spiegare le cicliclicità delle estinzioni di massa, che sono state rilevate nel corso degli anni, studiando la stratificazione dei fossili sedimentari dai geologi e archeologi. John J Matese, invece, nel 2000 ha rielaborato la stessa teoria, variando il limite di massa di Nemesis e declassificandolo come “sub pianeta” o nana bruna, con un’orbita molto ampia attorno al Sistema solare ma inferiore a quella di Muller. Sono personalmente in contatto con Matese, ormai pero in pensione, da poco. Mi ha confermato che si sta cercando un pianeta dalle 3 o alle 4 masse gioviane, che è pertanto un super pianeta gassoso che non brucia come le stelle ma che non ha la massa per bruciare il deuterio come le buie nane brune. WISE è stato mandato anche per risolvere questo enigma.
    Nel 2013 sara finalmente confrontata l’intera doppia mappatura della volte celeste che ora WISE sta elaborando nei corti infrarossi. Sapremo dunque se a mandarci periodicamente i proiettili è Nemesis soltanto oltre ad altri killer spaziali come Gliese 710 cui vi consiglio di dare un’occhiata…

    Saluti a tutti.

    Arthur McPaul

  15. Eric marzo 17, 2010 alle 12:29 am

    Cara Imma, vorrei capirti ma sinceramente non riesco. Cosa intendi quando dici: “Non c’è più molto tempo”? Siamo alla vigilia della fine del mondo? Della fine della nostra civiltà? O che altro? Temi lo scontro con Nibiru? Ascolta: la Terra, in milioni di anni, è stata più volte colpita da asteroidi di ragguardevoli dimensioni, da comete, tempeste solari e quant’altro. Probabilmente se tutto ciò non fosse accaduto, oggi, a scriverti ed a leggermi, anzichè noi due, ci sarebbero due discendenti dei dinosauri: cambierebbe qualcosa? Non credo. I terremoti sono un “segno” che il tempo è venuto? Ma dai, questi sono argomenti da setta religiosa! E per giunta antiquata. La scienza è asservita al sistema? Se per “sistema” intendi soldi, potere e ricchezza, hai ragione. C’è solo un piccolo particolare da chiarire. Soldi, potere e ricchezza fanno “gola” e “miracoli” non solo fra gli scienziati. E non solo oggi, che siamo alla “fine dei tempi”, ma da sempre. Il potere ed il denaro hanno scritto la storia. Che sia un bene o un male non merita risposta. Sarebbe fin troppo scontata. Prendiamo atto che è la realtà, di ieri, di oggi e (tocchiamoci) di domani. La storia dell’umanità è costellata di manipolazioni, di falsità, di raggiri, di intrighi. Tu sei convinta che qualche élite sia in commistione con civiltà extraterrestri e stiano, insieme, tramando per farci “arrostire”. Punto primo: da chi l’hai saputo? Se tutto ciò stesse veramente avvenendo in gran segreto, mi stupirebbe che questi extraterrestri, facciano un viaggio di qualche centinaio di anni luce, per farsi prendere in castagna, con tutto rispetto, dalla Sig.a Imma. Punto secondo: ma questi E.T., si divertono a farci tribolare così, cuocendoci a fuoco lento? Se avessero interesse ad arrostirci (mi piace usare questo verbo) lo farebbero in un “amen”. Punto terzo: la scienza è fatta da uomini che si chiamano scienziati. Gli scienziati sono uomini. Alcuni in gamba, altri meno. Molti di loro asserviti al potere di cui dicevo prima, pochi di loro, forse nessuno, indifferenti nei confronti del denaro. C’è chi, anzichè, continuare la propria missione scientifica accetta di fare il ministro, chi il senatore a vita e via, via….. Gli esempi, recenti e nazionali non mancano. Ma, fra alti e bassi, fra intrallazzi, menzogne, smentite e depistaggi la scienza va avanti. Questo è innegabile. Il fenomeno UFO, del quale sono appassionato e nel quale credo, non deve essere affrontato con un’aura di misticismo pseudo-religioso catastrofista, per i semplici motivi che ho descritto. Posso credere che, ad es. gli USA, abbiano le prove dell’esistenza di civiltà extraterrestri, se non, addirittura, contatti diretti. Se così fosse (uso il condizionale) capisco le ragioni (mille) per non renderne partecipe il popolo. Di ciò, comunque, mi incazzo anch’io. Per il resto, tranquilli!! Anche perchè non caveremmo comunque il ragno dal buco. Se per ipotesi, il Sole decidesse improvvisamente di fare una fiammata anomala fino a toccare la nostra orbita, dopo pochi secondi non avremmo più nulla in cui credere. La vita è anche filosofia e data la sua durata, pochi attimi rispetto l’eternità del mistero dentro cui dimoriamo, sta soprattutto a noi renderla accettabile. Per noi e per i nostri figli che devono crescere senza gli incubi dei vari Nibiru di turno.

  16. franco29337 marzo 17, 2010 alle 10:59 am

    Bellissimo, Sig. ERIC,è esattamente come la penso io.Una piccola curiosità personale, come è possibile che il tuo scritto porti la data del 17 c.m. alle ore 12,29 a.m. se ora sono le 10,59 a.m. è possibile che le ore impostate sul tuo computer oppure sul server del CUT siano sbagliate? Tutto ciò è di poca importanza tutto sommato, resta il tuo scritto che spero chiarisca molte idee ai lettori di questo bellissimo sito. Saluti F.

  17. Kla marzo 17, 2010 alle 4:08 pm

    A me puzza un po questa storia!!Se non sbaglio un paio di giorni fa tutta la comunità scientifica aveva escluso l’idea che esistese questa presunta stella della morte o Nibiru(come lo chiamavano gli antichi) Come mai adesso anche x loro potrebbe essere una realtà?Vogliono dirci qualcosa?Cmq Cara IMMA…. non ti fare tanti problemi, xche anche se fossimo vicini alla fine del mondo o qualsiasi altra cosa, sappi che organizarci non servirebbe a nulla, xche saremmo i primi a morire lo stesso!
    X Dr Martinez
    le frequenze vibrazionali sono una cosa reale che non hanno nulla a che fare con la religione o New Age.Le consiglio questo link:

    http://forum.nexusedizioni.it/index.php?action=printpage;topic=1211.0

  18. Eric marzo 17, 2010 alle 6:06 pm

    Caro Franco 29337, sono contento che ci sia qualcuno che apprezzi ancora la razionalità del pensiero.
    Per quanto riguarda la tua curiosità, posso assicurarti che le impostazioni ora e data sul mio P.C. sono corrette. Il commento l’ho postato il 17/03/2010 alle ore 00.29 (29 minuti dopo mezzanotte). Io direi, però, di non dare troppo peso a questo “mistero”. Sai, qualcuno potrebbe ipotizzare congiure, presenza di spiriti maligni, interventi della CIA, manipolazioni, extraterrestri in vena di scherzi……….

  19. IMMA marzo 17, 2010 alle 7:32 pm

    Carissima Kathrine,”cara e bella” pure te,avevo anche io un gatto di nome CLOUSEAU come il noto ispettore,adesso,invece ho un coniglio nano ,di nome TEODORO.(questo per la par condicio con te!!)Veniamo a noi:lungi da me religione e vibrazioni varie(x ora niente DELIRIUM TREMENS!!)e non sono neppure sensitiva..Ti invito ad andare sul sito “2012 annodiluce.com”(che è già stato qui segnalato).Vedo già la tua faccia sconvolta e gli occhi sbarrati per la disperazione..eppure io ho partecipato a varie conferenze e ti posso assicurare che non è roba campata in aria.Non ho nessuna paura di Nibiru(che è un’astronave travestita da pianeta(!) e quindi governabile e non ha nessuna intenzione di venirci addosso.Comunque la terra è veramente messa male e lo vediamo tutti i giorni:io non sono catastrofista,anzi sono molto ottimista,ma anche realista e mi rendo conto che cosi’ non si può continuare;vedrai che la terra continuerà a produrre terremoti ed altro,proprio per liberarsi da tutto l’inquinamento che le abbiamo propinato.Ti ripeto che la scienza è di per sè un’ottima cosa,sono gli scienziati che vengono strumentalizzati perchè ci facciano sapere solo quello che vuole l’Elite che comanda:ti prego solo di ricordarti di queto quando da tutte le televisioni e radio del mondo verrà reso noto come siamo stati turlupinati e schiavizzati e lesi nel nostro diritto di LIBERTA’.carissima,ne riparleremo…

  20. IMMA marzo 17, 2010 alle 10:24 pm

    x Eric:quando dico che non c’è più molto tempo,intendo per il grande cambiamento che avverrà e sarà una evoluzione dalla 3 alla 4 dimensione,che interesserà noi come genere umano.ma anche la terra.Presto verranno fuori tutti gli inganni ai quali siamo stati assoggettati ecc ecc e i nostri fratelli dello Spazio ,che sono già posizionati con le loro stupende astronavi intorno al nostro pianeta atterreranno in massa e ci ridaranno tutte quelle tecnologie che i nostri governi ci hanno nascosto,facendo scomparire gli scienziati ai quali erano state suggerite.Non mi prendete per pazza!Ricordatevi di Galileo Galilei:nessuno gli credeva,MA….”EPPUR SI MUOVE!” eh eh

  21. franco29337 marzo 17, 2010 alle 10:53 pm

    Grazie Eric, la mia era solo proprio una piccola curiosità,saluti F.

  22. Eric marzo 18, 2010 alle 1:08 am

    Per Imma: Galileo Galilei era uno scienziato, anzi, “lo scienziato”. Chi lo accusava non lo era e si appellava ad argomenti sovrannaturali per giustificare il proprio credo. Galileo dovette cedere per non farsi incenerire. Erano altri tempi, i metodi più cruenti, l’ignoranza più imperante: c’erano le streghe e gli untori. E non puoi immaginare quanti giuravano di averne delle prove certe. Come vedi, dopo 500-600 anni, poco è cambiato. Purtroppo.

  23. franco29337 marzo 18, 2010 alle 11:39 am

    Gli Untori e le Strege si sono evoluti, ora usano i “media” e noi comuni, dovremmo munirci di un bel crivello di saggazza per selezionare tutti gli input, ma chi ce la fà? Boh Saluti a tutti F.

  24. Diego agosto 7, 2010 alle 7:10 pm

    ragazzi potete crederci o non crederci sta di fatto che c’è aria di profondo cambiamento in termini non strettamente terresti.. ormai manca poco, in questo paio d’anni sapremo cose che fin’ora ci sono state nascoste, gia adesso sappiamo cose che fino a dieci anni fa pensavamo fosse fantascienza.. aspettatevi di tutto non saremo piu soli!! a buon intenditore poche parole

  25. l'informatore marzo 29, 2014 alle 3:30 pm

    A TUTT’OGGI NON C’E’ NESSUNA NEMESI NEI NOSTRI SPAZI PLANETARI: http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=14295

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: