CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Cerchi nel grano nel Reggiano: spiegato il mistero

Nè Ufo calati nella notte sulle rive del Secchia per lanciare imperscrutabili messaggi agli abitanti della terra nè buontemponi che sempre di notte si siano divertiti a disegnare misteriosi cerchi nel grano. Le piantine di cereali abbattute a Rubiera, a lato della strada provinciale per Campogalliano, non sono state schiacciate a terra da forze extraterrestri e nemmeno dal rullo di un burlone, ma più semplicemente dal vento dei temporali di questi giorni. Lo dimostrano in modo inoppugnabile le fotografie scattate dall’alto e pubblicate sul sito www.reikirainbow.it.

Se i tanti curiosi che dalla strada provinciale hanno visto in effetti quelli che potevano apparire come un paio di cerchi, avessero potuto salire su un aereo o un elicottero, non avrebbero più avuto dubbi. Le strisciate di grano abbattuto dal maltempo si estendono molto più in profondità verso il Secchia ed evidenziano chiaramente quale sia l’origine per niente paranormale del fenomeno. E’ stata la pioggia mista a vento a provocarlo.

Queste foto saranno un sollievo per l’agricoltore proprietario del terreno, che in questi giorni, oltre alla rabbia per il danno subito dal maltempo, ha dovuto subire quella supplementere provocata dai tanti curiosi che si sono aggirati sui suoi campi alla ricerca di tracce di qualche astronave giunta dagli spazi siderali.

Fonti: http://www.viaemilianet.it/rssre.php?id=17572 e http://www.reikirainbow.it/ (sito quest’ultimo informatore della scoperta in oggetto e dove si possono vedere altre foto del fenomeno assolutamente naturale)

Annunci

Una risposta a “Cerchi nel grano nel Reggiano: spiegato il mistero

  1. gianni maggio 11, 2010 alle 9:22 am

    n° 3 segnalazioni in Italia:
    http://www.cropcircleconnector.com/inter2010/italy2010.html

    n° 2 segnalazioni nello Wiltshire (Regno Unito), di cui la più recente:
    http://www.cropcircleconnector.com/2010/stonehenge/stonehenge2010a.html

    Ora mi chiedo, possibile che nell’area di pochi chilometri quadrati (Wiltshire)
    nessuno si sia mai accorto “in tutti questi anni” di furbacchioni all’opera nei campi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: