CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Scuola: gli UFO sbarcano agli esami di maturità

Iniziano oggi per oltre 500.000 studenti italiani gli esami di maturità. Il primo esame riguarda la traccia di italiano. E la sorpresa esce inaspettata: gli UFO. Infatti la traccia scientifica è dedicata agli Oggetti Volanti Non Identificati con il titolo “Siamo soli?”, riferito alle presenze extraterrestri nell’Universo.  Il tema che pone l’inquietante interrogativo offre ai candidati un nutrito pacchetto di documenti che spaziano dal campo della filosofia a quello della scienza, proponendo scritti di Kant e di Stephen Hawking.

Un cambiamento epocale (in positivo) anche nelle scuole italiane. A voi i commenti.

Fonte: http://www.repubblica.it/speciali/maturita-2010/2010/06/22/news/tema_italiano-5047159/

Ma, a quanto pare, molti giovani non sono d’accordo. In un articolo apparso su “La Stampa” i ragazzi affermano che il tema sugli UFO sia ridicolo. Ecco cosa hanno detto alcuni:

Levi, le foibe, i giovani e la politica. E ancora: la ricerca della felicità, gli Ufo e la musica. Sul web rimbalzano le tracce del tema e non mancano i commenti. Disattese tutte le indiscrezioni dei giorni passati, online resta la sopresa di chi sperava, come tutti gli anni, che almeno qualcuna delle tante fughe di notizie risultasse vera. La Rete boccia i titoli proposti dalla Gelmini, ma con ironia. Il popolo di Twitter si scatena. E già da stamattina presto impazzano gli sfottò.

La traccia sulle “forme di vita aliene” è sicuramente una delle più chiacchierate. Ecco i tweet più divertenti sull’ argomento.

“Gli Ufo nei temi alla maturità. Valeva la pena di vivere fino ad oggi. Il mondo è impari, ho atteso anni quel titolo”

“La Gelmini vuole stare sempre al centro dell’attenzione. Alla maturità un tema su un argomento autobiografico: gli Ufo”

 

“Tema di maturita ad indirizzo scientifico: “Siamo soli nell’universo?” Gradite divagazioni su scie chimiche, piramidi, i templari e il 2012″

“Se avessi l’esame di maturità quest’anno sceglierei la traccia dei giovani Ufo in politica”

“So che avrei amato la traccia sugli Ufo… avrei infilato tanto di quel X Files!”

“Alla maturità è uscito un tema sugli Ufo. Eccola qua, l’influenza di Giacobbo sulla società”

“La traccia scientifica sugli Ufo? A sto punto quella di lettere fatela su Moccia”

Anche gli altri titoli, comunque, hanno fanno “rivoltare” Internet. Nel mirino soprattutto le foibe e i giovani in politica.

“Levi, foibe, giovani e politica, gli ufo: questi i temi della maturità. Veramente, complimenti ai cervelloni che li hanno identificati”
Online, oltre a chi critica, si trovano qua e là messaggi di chi dall’aula chiede aiuto su come svolgere le tracce. Così si moltiplicano gli S.O.S e in Rete riecheggiano gli appelli di studenti disperati.

“Primo Levi-Foibe, giovani in politica-Ufo: una maturità all’insegna della par condicio”

“Tema sui giovani e la politica. Nelle spiegazioni hanno dimenticato di mettere il divieto di scrivere parolacce…”

“Vedo che la Gelmini è riuscita a infilare le foibe nel tema della matura…”

“Qualcuno mi dà delle idee per il tema scientifico o per quello sulle foibe?”

Fonte: http://lastampa.it/redazione/cmsSezioni/maturita/201006articoli/56103girata.asp

Sotto il testo del Ministero della Pubblica Istruzione sul tema UFO ed extraterrestri

 

ARGOMENTO: Siamo soli?
DOCUMENTI

«Alla fine del Novecento la ricerca dell’origine della vita sulla Terra era pronta a riprendere il cammino, ora
pienamente integrata fra gli obiettivi dell’esobiologia [= Studio della comparsa e dell’evoluzione della vita fuori del
nostro pianeta], con un piccolo gruppo di biologi che continuavano a perseguire entusiasticamente la ricerca
dell’universalità e uno status di pari dignità con le scienze fisiche che una biologia universale avrebbe portato con sé.
In questa ricerca, però, essi si sarebbero dovuti scontrare con i biologi evoluzionisti, molto pessimisti sulla
morfologia, se non sulla stessa esistenza degli extraterrestri, che smorzavano, quindi, le aspirazioni di chi cercava di
estendere i principi della biologia terrestre, con tanta fatica conquistati, all’universo nel suo complesso o di
incorporare tali principi in una biologia più generale.»

Steven J. DICK, Vita nel cosmo. Esistono gli extraterrestri?, Milano 2002 (ed. originale 1998)

«Gli UFO: visitatori non invitati? In conseguenza delle pressioni dell’opinione pubblica, negli anni passati, furono
condotte diverse indagini sugli UFO soprattutto da parte dell’aeronautica americana, per appurare la natura del
fenomeno. […] La percentuale, tra i presunti avvistamenti dei casi per i quali non è stato possibile addivenire a una
spiegazione, allo stato attuale delle nostre conoscenze, è molto bassa, esattamente intorno al 1,5 – 2%. Questa piccola
percentuale potrebbe essere attribuita in gran parte a suggestioni o visioni, che certamente esistono. […] Sono
numerose le ipotesi che possono spiegare la natura degli UFO. Si potrebbe, per esempio, pensare che all’origine di un
certo numero di avvistamenti vi siano, in realtà, fenomeni geofisici ancora poco conosciuti, oppure velivoli
sperimentali segreti, senza tuttavia escludere del tutto la natura extraterrestre. La verità è che noi non possiamo
spiegare tutto con la razionalità e le conoscenze. […] A quanto sembra, logica e metodo scientifico non sembrano
efficaci nello studio degli UFO per i quali qualsiasi spiegazione è insoddisfacente e/o troppo azzardata.»

Pippo BATTAGLIA -Walter FERRERI, C’è vita nell’Universo? La scienza e la ricerca di altre civiltà, Torino 2008

 

Annunci

26 risposte a “Scuola: gli UFO sbarcano agli esami di maturità

  1. MilloRN giugno 22, 2010 alle 11:05 am

    Quando diedi l’esame di maturità, proposero una traccia simile… il risultato fu 15/15..

    Ho portato il mio tema nel portafogli per 1 mese da quanto ne andavo fiero 😀

  2. Danilo giugno 22, 2010 alle 11:32 am

    Finalmente, era ora…. mi domando a questo punto, chi ha suggerito la traccia, ma ancor di più il perchè!!! Che sia l’ennesimo studio di massa su cosa pensa la nuova generazione riguardo civiltà extraterrestri? Per ogni nuovo indizio si aprono come al solito 1000 interrogativi. Mah!!!

  3. gian luca giugno 22, 2010 alle 1:30 pm

    Purtroppo per i ragazzi di 18/19 anni i temi quali esobiologia, ovni, scie chimiche, paleontologia eccc sono temi molto lontani, i media gli riempiono la testa con
    veline, tronisti, gadget inutili e tutto lo schifo che oggi ci propongono.
    Secondo me più che il tema dovrebbero inserire come materia didattica nelle scuole queste nuove teorie alternative, ma forse il tema e’ propio studiato per vedere che aria tira tra i giovani e chissà magari fra quaclhe anno esobiologia e paleoantologia saranno materie di studio anche per loro.

  4. Pingback:Scuola: gli UFO sbarcano agli esami di maturità | Enrico Baccarini | ENIGMA

  5. Franco Pavone giugno 22, 2010 alle 2:20 pm

    A mio parere questa è la risposta clamorosa ai quei tuttologi della scienza e a certi commentatori della domenica che trinciano giudizi su argomenti di cui non hanno mai approfondito lo studio e che sono convinti che l’Universo è quello che l’uomo conosce , senza sapere che il futuro riserverà in tal senso delle sorprese che cambieranno tutta la visione che abbiamo di esso . Del resto per fare un esempio eclatante , il grande Albert Einstein che affermava come il mistero sia la fonte di ogni vera arte e di ogni vera scienza , non ha mai detto che la velocità della luce sia un limite insuperabile , ma che è il limite che l’uomo conosce , perchè dellUniverso sappiamo ancora poco . Quindi quando sentiamo gente che dice che gli UFO sono abbagli , allucinazioni , solo fenomeni atmoferici ignoti , prototipi sperimentali , il pianeta Venere , rifrazioni luminose sulle nuvole , piattaformi petrolifere le cui luci si riflettono in cielo o l’asino che vola o addirittura come disse un famoso astronauta italiano impiegato sugli Shuttle : RONI , e cioè rifiuti organici non identificati , allora ci convinciamo sempre di più che qualcosa di alieno vola sulle nostre teste ed evidentemente qualcuno al Ministero della Pubblica Istruzione deve averlo capito o saputo . Nell’imminenza di un futuro contatto , prosegue l’acculturamento delle masse partendo dalla scuola e dai giovani , che sono il futuro . Franco Pavone , vicepresidente CUT .

  6. Fox Mulder giugno 22, 2010 alle 3:28 pm

    Io ci feci la tesina sugli UFO.. e riscosse anche un buon successo, studiare qualcosa che interessa così profondamente poi è molto più semplice, con un tema ci avrei scritto paginate.

  7. Andrea giugno 22, 2010 alle 3:52 pm

    …L’ha proposto Borghezio alla Gelmini per spronare la sua iniziativa all parlamento Europeo.. ;o)

    Ci scherzo, ma non è un ipotesi da escludere…

  8. Pingback:La prima prova della Maturità 2010 « Estremo Centro Basilicata – Politica e società

  9. Cavaliere giugno 22, 2010 alle 4:52 pm

    Porca miseria, questo è interessante! Quanto vorrei essere lì come studente a scrivere di questo argomento. Fortunelli i maturandi quest’anno, ovviamente secondo il mio punto di vista di appassionato, loro sicuramente vorrebbero essere ovunque tranne che a quegli esami!

  10. MilloRN giugno 22, 2010 alle 6:17 pm

    Ma dalla traccia del tema ufo sembra che ci sia scritto… “Gli ufo non esistono, dichiara il contrario e ti boccio… ASINO!”

  11. Arthur McPaul giugno 22, 2010 alle 7:34 pm

    Cambiamento epocale ma credo che la maggior parte sei giovani siano rimbecilliti da altre cose e passano sterilmente il loro tempo dietro ai videogames e alle mode.
    Io ho fatto un tema simile alle superiori e ricordo le ultime parole con cui lo conclusi:
    “La Terra é solo un granello di sabbia in un deserto gelido che si chiama spazio”.

    Gia da allora sognavo fare ricerca sul tema a me piu caro e per avere piu o meno i mezzi necessari ho dovuto attendere altri 12-13 anni.

    I giovanissimi riflettano. Siamo all’alba di un cambiamento epocale…

  12. mah giugno 22, 2010 alle 10:00 pm

    Ma la traccia non parla di UFO, come al solito tutti gli UFO maniaci hanno le allucinazioni e vedono UFO ovunque.
    Si tratta di una traccia in realtà basata sulla questione dell’esistenza della vita extraterrestre, cosa totalmente differente!
    Questo è il dibattito che la scienza, la Nasa ed enti come il Cicap portano avanti da sempre, tanto per farvi capire di cosa parla la traccia.

  13. bicom giugno 23, 2010 alle 12:27 am

    una traccia che ha lasciato ai ragazzi la possibilità di riflessioni non banali sui limiti del’antropocentrismo e ha aperto loro anche la possibilità di liberare la fantasia e la loro capacità di inoltrarsi in un campo che la scuola solitamente non esplora.

    Ho notato che in molti blog l’argomento è stato proposto con ironia e un discreto snobismo sprezzante. Hanno ricevuto numerosissimi commenti critici di lettori che ritenevano il tema interessante, cosa che probabilmente ha sorpreso i suddetti blogger….

  14. MilloRN giugno 23, 2010 alle 1:34 am

    @Mah
    ma scusa questa non è una parte della traccia che è uscita per l’esame??? dimmi se sbaglio che è un pò che non vado a scuola 😀

    «Gli UFO: visitatori non invitati? In conseguenza delle pressioni dell’opinione pubblica, negli anni passati, furono
    condotte diverse indagini sugli UFO soprattutto da parte dell’aeronautica americana, per appurare la natura del
    fenomeno. […] La percentuale, tra i presunti avvistamenti dei casi per i quali non è stato possibile addivenire a una
    spiegazione, allo stato attuale delle nostre conoscenze, è molto bassa, esattamente intorno al 1,5 – 2%. Questa piccola
    percentuale potrebbe essere attribuita in gran parte a suggestioni o visioni, che certamente esistono. […] Sono
    numerose le ipotesi che possono spiegare la natura degli UFO. Si potrebbe, per esempio, pensare che all’origine di un
    certo numero di avvistamenti vi siano, in realtà, fenomeni geofisici ancora poco conosciuti, oppure velivoli
    sperimentali segreti, senza tuttavia escludere del tutto la natura extraterrestre. La verità è che noi non possiamo
    spiegare tutto con la razionalità e le conoscenze. […] A quanto sembra, logica e metodo scientifico non sembrano
    efficaci nello studio degli UFO per i quali qualsiasi spiegazione è insoddisfacente e/o troppo azzardata.»

  15. MilloRN giugno 23, 2010 alle 1:42 am

    @Arthur MCPaul
    Cit. “credo che la maggior parte dei giovani siano rimbecilliti da altre cose e passano sterilmente il loro tempo dietro ai videogames e alle mode”

    ci sono sempre stati i videogames (magari non sempre “video”) e la moda, anche quando andavi a scuola tu… c’è sempre stato il tizio che invece di studiare andava a gnocca o la tizia che non capiva una mazza…. a quest’ora altrimenti saremmo tutti dei Galilelo Galilei o dei Mozart non credi?

  16. Near giugno 23, 2010 alle 9:50 am

    Infatti. La traccia è praticamente “la vetà nell’universo”. Ma è possibilissimo farlo. Basterebbe parlare della convinzione ormai sempre più ricorrente che nell’universo di sicuro c’è/c’era/ci sarà vita nell’universo a detta di moltissimi scienziati di livello nazionale e mondiale (ad esempio Margherita Hack che è convinta che nell’universo di sicuro ci sia vita intelligente, ma che non ci siano i mezzi per entrare in contatto). Poi si potrebbe parlare della famosa equazione di Drake, che mostra come la vità intelligente ci sia di sicuro (matematicamente parlando). Ci metti pure un po di calcolo delle probabilità e credo che verrebbe fuori sicuramente un bel tema….a patto che uno sappia scrivere bene.

  17. ALESSANDRO ufetto85 giugno 23, 2010 alle 3:51 pm

    Io penso che piano piano lo faranno in tutto il mondo questo tipi di esame per vedere alla fine cosa ne pensa la popolazione di domani su questo affascinante quesito.
    Praticamente i governi stanno facendo un censimento per poi decidere se dire la verità alla popolazione mondiale oppure no. Questa è la mia ipotesi.
    Anche dopo tutto quello che è successo a fine del 2009 quando si diceva che Obama doveva dirci due paroline sugli omini grigi.
    Speriamo che alla fine la verità salta fuori.
    Finisco col dire una citazione: Se l’universo è infinito vi pare che ci siamo solo noi come forma di vita intelligente? Che poi quanto intelligente non lo so.

  18. Maturanda2010 giugno 23, 2010 alle 5:10 pm

    Io l’ho fatto speriamo che sia andato bene, anche se ho paura che i professori l’abbiano già preso sul ridere… è un argomento di cui non tutti hanno piena coscienza e ,appunto, non si parla più di vita extraterrestre, ma del fenomeno, oramai, mediatico UFO!

  19. VarreLorenzo giugno 23, 2010 alle 5:45 pm

    Faccio parte dei maturandi fortunati di quest’anno…
    mi dissocio completamente dalle teste vuote che hanno commentato negativamente i temi
    Erano temi nuovi che hanno portato novità eccezionali a livello scolastico
    Perchè gli ufo deve essere un tema discriminato ?
    Ormai è un assodata realtà la loro esistenza, folle chi la negherebbe !
    Diciamo che mi son trovato avvantagiato, e chissà quale stella (Forse Maria-stella :P) ha voluto questa traccia.. i 10 anni di informazione su questi temi è servita a qualcosa.

  20. Basilio giugno 23, 2010 alle 7:33 pm

    UFO O ASINI CHE VOLANO

    di Basilio Santocrile

    Volesse il cielo comparissero delle navicelle extraterresti guidate da marziani, vesuviani o altri, purtroppo i supposti avvistamenti forniti da osservatori “oculari” restano solo degli UFO ! “oggetti volanti non identificati” e finché restano tali possono essere qualsiasi cosa. – Non certo reparti avanzati di qualche potenza extraterrestre, che abbia puntato potenti telescopi su “questa piccola zattera nell’immenso mare dell’universo, su cui regna non armonia, ma ferocia”. – Sarebbe un bel giorno quello in cui vi fosse la fondata preoccupazione per la possibile invasione di un esercito “non terrestre”. – Uno sconosciuto, un diverso, forse un nemico, un pericolo concreto e differente, avrebbe una conseguenza straordinariamente benefica per le relazioni umane, considerato che, i fatti lo confermano: Sin dai tempi più remoti ad oggi, si deve dar ragione all’hobbesiano homo homini lupus, evidenziando che l’uomo nei riguardi del suo prossimo si comporta peggio degli animali. Nemmeno le belve dirigono i loro attacchi mortali ad individui della stessa specie; solo l’uomo è erede di Caino. – La scandalosa eccezione umana fa parte della storia del divenire, sprofonda le sue radici nell’era primordiale in cui i nostri antenati, a causa dello svilupparsi dell’intelligenza, riuscirono a dominare i nemici dell’uomo, a controllare i devastanti elementi naturali e ad assoggettare le enormi e più potenti creature terrestri come gli elefanti, e le pericolose belve. – Da quel momento gli uomini, non esportarono più l’aggressività fuori, verso elementi esterni, ma presero a dirigerla sui loro simili, dando inizio alla corsa al dominio dell’uomo sull’uomo, ad una razza guerriera che per consolidare il potere ancora oggi insanguina la Terra. Razza guerriera intelligentissima, che accortasi della pericolosità delle armi, ha preferito trasformarsi nella razza politichese, a lasciare che siano gli altri ad insanguinarsi, calpestando gli ideali di fratellanza e trascurando gli insegnamenti delle più diverse religioni e ideologie di palingenesi. – Una pericolo imminente dallo spazio riconvocherebbe l’umanità ad un’unione contro il Nemico Esterno. Al sovrastare di un pericolo spaziale, i terrestri, forse… riscoprirebbero la solidarietà della specie, riconsegnando un significato alla parola: fratellanza. – Si avrebbe un equilibrio nei rapporti internazionali (Israeliti e Palestinesi, Americani e Bin Laden – Cattolici, Ebrei, Mussulmani –.) e interumani. Purtroppo l’uomo non riesce a stipulare un rapporto associativo se non è costituto contro un nemico comune (si pensi all’ultima guerra mondiale, il cui nemico comune era il nazismo- e all’11 settembre 2001 il cui nemico comune è il terrorismo). – Se gli UFO fossero navi militari extraterrestri e non ordigni terrestri, sarebbero la salvezza. L’umanità si unirebbe contro un nemico, o a limite a far fronte comune, verso uno sconosciuto, per conoscerlo meglio. (sarebbe la classica manna piovuta dal cielo). Alcuni decenni fa comparve su dei quotidiani il seguente articolo: “(Arizona) – Due cadaveri di extraterrestri dalla pelle argentata, che misurano circa un metro e venti, con tute metalliche che sembrano saldate dal calore ai loro corpi, sarebbero stati recuperati dalle autorità americane dopo la caduta di due oggetti volanti non identificati (UFO). – Lo afferma l’organizzazione Ground saucer watch (osservazione a terra dei dischi volanti) che ha sede a Phoenix nell’Arizona, citando dichiarazioni di due ufficiali in pensione dell’aviazione americana. Riuscita ad infrangere i segreti dei servizi di informazione americani ed in base ad una legge americana sulla libertà dell’informazione, l’organizzazione afferma dinanzi ai tribunali di essere in possesso di mille pagine di documenti della C.I.A. dalle quali appare che quest’ultima aveva l’incarico di sorvegliare sin dal 1949 le manifestazioni degli UFO”. – Che un’astronave extraterrestre avesse un incidente era fatale, che qualcuno ci rimettesse l’osso del collo era inevitabile. (tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino) La notizia americana è inverosimile e lascia dei seri dubbi? I due sciagurati piloti, se viaggiavano sui dischi volanti avvistati fino ad oggi, non possono essere che fasulli come le loro navicelle spaziali. – Galileo Galilei puntò il suo rudimentale cannocchiale circa 400 anni fa verso Venere. Meraviglia non era solo una sfera brillante, era un pianeta falcato, come la Luna. Galilei affidò la sua scoperta ad una massima latina: “Cynthiae figuras aemulatur mater amorum”, la madre degli amori, emula Cinzia – ossia Venere dea dell’amore per la mitologia greca rassomiglia a Cinzia nome con cui la Luna veniva chiamata dai poeti latini. – Non Soddisfatto dell’adagio lo anagrammò traendone fuori un altro aforisma “Haec immatura a me iam frustra leguntur o y”. per voler affermare che non erano i tempi maturi per far conoscere determinate scoperte. Forse presumeva sventure, per colpa dell’inquisizione e scelse di tener segreta la sua scoperta. – Sono trascorsi più di 400 anni, le osservazioni sono tantissime, le foto di Venere vengono trasmesse per televisione e via internet eppure qualcuno esclama: “ho visto un Ufo”. – Basta pensare al caso da me stesso vissuto e riportato in un articolo di qualche anno fa: <>. – Quel che è certo quattro secoli di osservazioni con telescopi sempre più potenti e vari studi scientifici non servono a nulla, vengono scambiati per UFO meteoriti, satelliti, arcobaleni, fulmini globulari, miraggi e fate morgane. I fisici, gli astronomi, la maggior parte degli scienziati anche se pongono un veto a dei visitatori, non escludono che la vita possa essersi sviluppata in altri sistemi solari, e che vi sii la nostra stessa voglia, di avere contatti con altre intelligenze. Il problema resta la lontananza; noi terrestri abbiamo inviato segnali nello spazio, affidato alle sonde tavolette con disegni in rappresentanza della nostra civiltà. – È lecito aspettarsi una risposta? Ho i miei dubbi! E sono i seguenti: La capacità d’interpretazione! La possibilità e il tempo per riceverli! La possibilità e il tempo per comunicarci la loro esistenza? – Il Professore Antonio Zechichi, afferma che: “Il conte Monaldo, padre di Giacomo Leopardi anche se era uno degli uomini più colti del suo tempo, non credeva alla teoria eliocentrica. Lo stesso Galilei, arrivò a scrivere che qualcuno avrebbe dovuto liberare la Terra da questi assurdi moti. Mi creda, non è cambiato molto. Anche gli intellettuali oggi sono privi di cultura scientifica. La nostra civiltà ha una tecnologia avanzata, sofisticate sonde automatiche sfiorano Venere e ci trasmettono, da distanze di milioni di chilometri, la composizione chimica della sua atmosfera, ma come lei ha scritto nel suo articolo, la gente scambia un pianeta per un UFO. Questi fatti dimostrano che c’è bisogno di massicce dosi di cultura scientifica. Posso conclude solo con un aforisma: la definizione di UFO non è altro che, la versione 2000 dell’asino che vola”.

    Basilio SANTOCRILE.
    Proprietà letteraria riservata di Basilio Santocrile, viene consentita la riproduzione dei racconti poesie detti ecc. per intero a mezzo stampa radio TV ed internet, citandone l’ autore. – basilio.santocrile@libero.it, Fax 06/99331572 –

  21. Franco Pavone giugno 25, 2010 alle 1:17 pm

    Diamo atto al Sig. Basilio Santocrile , novello Einstein e tuttologo . Gli ufo sono l’asino che vola intorno al pianeta Venere . Fine dell’ufologia , ce ne possiamo andare a casa . Addio . Franco Pavone , vicepresidente CUT .

  22. VarreLorenzo giugno 26, 2010 alle 11:50 am

    Davvero un bel tema, senza ombra di dubbio… peccato che nn abbia trattato il tema ne con rigore scientifico ne analizzando le innumerevoli prove storiche, letterarie, artistiche e fotografiche, senza parlare dei fenomeni conseguenti dal fenomeno ufo…

    -Se sei troppo scettico puoi sbagliare con la stessa facilità con cui sbaglieresti essendo troppo fiducioso-
    Robert Anson Heinlein

    Immensi saluti da un semplice 18enne che studia da 10 anni il fenomeno

  23. Basilio luglio 9, 2010 alle 11:49 am

    Gentilissimo sig. Franco Pavone Vice presidente CUT.
    Trovo la sua battuta poco appropriata. Se non sa interpretare gli articoli che legge, faccia almeno di lasciare dei commenti e delle battute poco appropriate e abbia il coraggio di lasciare la sua E-mail Personale. (Ma del resto cosa si ci può aspettare da uno che vola con gli asini).
    Basilio SANTOCRILE.

  24. Franco Pavone luglio 10, 2010 alle 10:55 pm

    Caro Sig. Basilio Santocrile , se avesse osservato meglio il nostro sito si sarebbe accorto che i nostri indirizzi e-mail sono ben visibili a tutti , perchè per sua norma e regola non siamo gente che si fa impressionare tanto facilmente , ci vuole ben altro . Del resto siamo abituati agli attacchi degli scettici e per questo rispondiamo con delle battute . Poi un accostamento ad Einstein non mi sembra poi tanto male . Io preferisco dare risposte sul forum e non sulle e-mail personali , perchè non ho niente da nascondere e ho il coraggio delle mie azioni e delle mie dichiarazioni , come del resto tutti i componenti del CUT . Per quanto riguarda gli asini che volano , preferisco volare con loro che con gli asini di terra ( ogni riferimento è puramente casuale ) . E finisco qui , perchè di sterili polemiche non so che farmene e non ho tempo da perdere con le sciocchezze . La saluto e a non più risentirci . Franco Pavone , vicepresidente CUT .

  25. Pingback:  La prima prova della Maturità 2010 by Basilicata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: