CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Quel Pianeta Ci Somiglia: “Potrebbe Ospitare La Vita”

Il nome, al momento, non è tra i più accattivanti per quello che potrebbe nascondere: si chiama Gliese 581g ed è il pianeta extrasolare più simile alla Terra tra quelli finora scoperti, il primo sul quale potrebbero essersi create le condizioni per la vita.

GLIESE 581G

GLIESE 581G

Il pianeta si trova a venti anni luce da noi e, come si può capire dal suo nome, orbita intorno alla stella Gliese. Ciò che lo rende più interessante rispetto a tutti gli altri pianeti extrasolari è proprio la distanza dal suo sole: l’energia che lo raggiunge renderebbe possibile la vita sulla sua superficie. La scoperta, pubblicata sulla rivista Astrophysical Journal, è stata realizzata da ricercatori dell’Università della California a Santa Cruz e della Carnegie Institution di Washington, che hanno individuato Gliese 581g attravero l’osservatorio astronomico Keck delle Hawaii. Il pianeta è venuto alla luce grazie allo studio, durato una decina d’anni, che ha considerato le più piccole variazioni di orbita della stella madre, variazioni imputabili ai pianeti che le ruotano attorno.

Ad oggi sono stati scoperti 490 pianeti al di fuori del nostro sistema solare che orbitano attorno a circa 420 stelle, ma nessuno finora aveva caratteristiche idonee a sostenere la vita. Molti di essi infatti, sono gassosi e giganteschi, altri troppo vicini o troppo lontani dalla stella madre perché l’acqua, elemento fondamentale per la vita così come la conosciamo, possa scorrere liquida. Gliese 581g invece, si trova alla distanza giusta e possiede una massa tra 3,1 e 4,3 volte quella della Terra e un diametro tra 1,2 e 1,5 diametri terrestri. Inoltre potrebbe essere roccioso e avere acqua liquida sotto un piccolo strato di ghiaccio superficiale e un’atmosfera in grado di proteggere la vita, se mai è sbocciata. “Personalmente viste le potenzialità di quel mondo, sarei propenso ad affermare che le probabilità di trovare vita su di esso sono del 100%”, ha detto Steven Vogt, astronomo dell’Università della California, durante la presentazione della scoperta

Il pianeta ruota attorno alla sua stella in 36,6 giorni e le sue temperature medie di superficie sono comprese fra -31 gradi e -12 gradi. Sembra che esso rivolga sempre la stessa faccia all’astro e questo lo porterebbe ad avere una faccia molto più calda dell’altra. Gliese è una nana rossa, una stella che è circa 50 volte più debole del nostro Sole. Poiché essa è anche più fredda i pianeti papabili di avere vita possono ruotarle attorno a distanza anche molto ravvicinate. Gliese 581g infatti, gli ruota a 0,15 Unità Astronomiche (una Unità astronomica corrisponde a 150 milioni di chilometri ossia la distanza Terra-Sole). Cliese 581g è stato scoperto insieme a un altro pianeta, troppo lontano dalla stella madre per poter ipotizzare una qualche forma di vita.

Fonte: Link

Annunci

15 risposte a “Quel Pianeta Ci Somiglia: “Potrebbe Ospitare La Vita”

  1. Franz_gg ottobre 1, 2010 alle 11:09 am

    Ultimamente arrivate sempre tardi sulle notizie, questa è stata postata già il 30 in giro. Svegliatevi però!!!

  2. Franco Pavone ottobre 1, 2010 alle 1:18 pm

    A Franz , mi chiedo se noi arriviamo sempre tardi sulle notizie , come mai lei continua a leggerci ? Ho il forte sospetto che da quando qualcuno ha lasciato il CUT , su di noi si cerca sempre il pelo nell’uovo . A pensar male si fa peccato , ma molte volte ci si azzecca . E poi qua non siamo alle Olimpiadi dell’ufologia , dove chi arriva per primo mette la notizia . Qui si fa ricerca e non una gara a chi è più bravo o scienziato acclamato . Se la cosa non le garba , ci sono siti ufologici e tuttologi migliori di noi . Noi oltre che scopiazzare notizie come fanno altri , scriviamo anche qualcosa che è farina del nostro sacco , elaborando qualche nostra idea personale e quindi non abbiamo molto tempo per notizie che la maggior parte delle volte sono autentiche bufale , preferiamo la qualità alla quantità , una cronaca attendibile al posto di dieci bufale . Franco Pavone , componente CUT .

  3. giac ottobre 1, 2010 alle 2:10 pm

    20 anni luce sono lontani…chissà in futuro magari tra 500 anni ci scappa un giretto su gliese 😀

  4. franz_gg ottobre 1, 2010 alle 2:43 pm

    Continuo a leggervi perchè lo faccio da tanto tempo e sono un lettore affezionato. Ho solamente espresso un mio pensiero, non volevo offendere nessuno la mia era una critica volta a migliorare il servizio. Certo che non siamo alle olimpiadi dell’ufologia, ma trattandosi di un sito di news la velocità è un fattore importante. Tutto qui, mi dispiace se si è sentito attaccato, non era mia intenzione e se si è sentito offeso le chiedo scusa.
    Franz

  5. michele ottobre 1, 2010 alle 3:21 pm

    concordo con il signor pavone a chi non gli piace il sito e libero di documentarsi dove vuole e quando vuole.per tornare al discorso dei pianeti cadiamo sempre nello stesso errore cioe’ di dire che c’e ossigeno o no ecc,ma nessuno pensa che certi esseri potrebbero adattarsi alla vita senza ossigeno?per essere piu’chiari noi esseri umani abbiamo bisogno di ossigeno per vivere altre specie puo’ darsi che abbiano bisogno di altro

  6. Antonello Vozza ottobre 1, 2010 alle 4:55 pm

    Manteniamo tutti la calma. E’ vero, la notizia noi la conoscevamo già da ieri (infatti è stato pubblicato appena dopo la mezzanotte, alla fine), ma preferiamo mantenere una certa costanza nell’aggiornamento del sito lasciando da parte ipotetiche bufale (come il caso ONU smentito il giorno dopo) ed attenendoci per lo più alle notizie più interessanti dal punto di vista ufologico. Inoltre non siamo una agenzia stampa, le news non ci arrivano in anteprima, quindi può succedere il giorno di ritardo. Del resto è divulgazione, non c’è nessuna corsa all’oro.

    Calm down everyone 😀

    PS: Anche io sono convinto di questo Michele! La vita si ADATTA al pianeta, sempre.

    Antonello Vozza,
    Componente CUT.

  7. Franco Pavone ottobre 1, 2010 alle 9:56 pm

    Al Sig. Franz , non c’è bisogno delle scuse , perchè non mi sento offeso , ho solo voluto puntualizzare alcune cose , perchè purtroppo l’ufologia italiana da qualche tempo a questa parte è diventata una corsa a chi è più bravo o a chi lavora di più e a chi prende più premi e riconoscimenti o targhe ricordo , perdendo di vista il cuore della ricerca . Ci manca solo che istituiscano l’oscar dell’ufologo e poi siamo al completo . Oggigiorno l’unica cosa che conta è fare per primi lo scoop , l’esclusiva , come se avessero risolto l’enigma UFO . Ma ne devono ancora mangiare di pane duro . Io personalmente dopo 40 anni di studio mi sento ancora uno scolaro e non Joseph Allen Hynek . E questo senza falsa modestia . Non vado a caccia dell’esclusiva , ma del significato vero di queste tematiche e i premi oscar all’ufologo ideale li lascio a chi ne ha bisogno . Questo lo dico pacatamente e senza polemica , ma solo perchè è la verità . Continui a seguirci come ha sempre fatto e non la deluderemo . La saluto cordialmente , Franco Pavone , componente CUT .

  8. MilloRN ottobre 2, 2010 alle 1:39 am

    ma scusate… le notizie arrivano quando arrivano no? è un continuo passa parola e basta, questo è il WEB!!! io leggo questo sito sinceramente non perchè da notizie prima o migliori di altri siti (tanto le notizie sono le stesse da tutte le parti)

    ma perchè

    1 non devo iscrivermi (è una cosa che odio)

    2 puoi liberamente confrontarti con i coordinatori del sito sulle tue ipotesi

    3 ogni tanto c’è qualche colpo di scena alla beautiful

    4 ormai il CUT rappresenta per me una sorta di bandiera sotto la quale stare…

  9. Dr.Kathrine Martinez-Martignoni ottobre 2, 2010 alle 5:55 am

    BELLA NOTIZIA SOPRATUTTO SE AVRA`ULTERIORI SVILUPPI…MA L`UFOLOGIA NE` E` TOCCATA SOLAMENTE DI STRISCIO POICHE` L`UFOLOGIA GIA` ORA AMMETTE L`IPOTESI ETH (EXTRATERRESTRE) CHE PRESUPPONE “SVILUPPO NELL`UNIVERSO DI VITA SVILUPPATA E CAPACE DI MANOVRARE UFOs DI ORIGINE EXTRATERRESTRE”.
    CHE NELL`UNIVERSO,INVECE,POSSANO ESSERCI SEMPLICI FORME DI VITA NON-EVOLUTA (es:VEGETALE,BATTERICA,UNICELLULARE)E QUESTO PURE AL DI FUORI DELLA TERRA E`(A PARER MIO) UNA COSTATAZIONE LOGICA TALMENTE EVIDENTE CHE ORAMAI (SEPPUR NON ANCORA PROVATA AL 100% MA E`SOLAMENTE QUESTIONE DI TEMPO) PURE “LA “SCETTICA” UFOLOGA E SEMPRE “SPETTINATISSIMA” MARGHERITA HACK LO AMMETTE ORAMAI SENZA PIU`PROBLEMI DI SORTA”.
    LA NOSTRA UFOLOGIA,TUTTAVIA,E`…”FARE UN PASSO ULTERIORE” 8OSSIA: E`IPOTIZZARE L`ESISTENZA REALE NON DI VITA SEMPLICE EXTRATERRESTRE BENSI` DI VITA COMPLESSA,EVOLUTA ED INTELLIGENTE CAPACE DI PROGETTARE ,DI MANOVRARE E DI FAR VOLARE PERSINO UFOs MOLTO TECNOLOGICI ,PROGREDITI ED AVANZATI(ALMENO RISPETTO ALLE NOSTRE CONOSCENZE SCIENTIFICHE ATTUALI) CHE POSSANO PERSINO “ANNULLARE” LE IMMENSE DISTANZE SIDERALI PER VENIRCI A “FARCI VISITA SUL NOSTRO PIANETA TERRA”.
    QUINDI,NON CONFONDIAMO “ESOBIOLOGIA” (SCIENZA MOLTO INTERESSANTE MA COMUNQUE DIFFERENTE DALL`UFOLOGIA MODERNA) CON LA NOSTRA CARA “UFOLOGIA E CON LA SUA IPOTESI FONDAMENTALE ETH (ALIENA)”.
    DETTA IN ALTRE PAROLE:
    NOI UFOLOGI CERCHIAMO ORAMAI PROVE DELL`ESISTENZA REALE DEGLI UFOs E DEGLI ALIENI E NON DEI PIANETI EXTRASOLARI EVENTUALMENTE ABITABILI O EVENTUALMENTE ADATTI ALLA VITA COME NOI LA CONOSCIAMO (COMPITO QUESTO RISERVATO AGLI ESOBIOLOGI)…PERCUI IO NON MI “ECCITEREI” TROPPO (FORSE…SOLAMENTE UN POCHINO MA NON TROPPO)PER LA POSSIBILE E PROBABILE SCOPERTA DI UN`EVENTUALEPIANETA EXTRASOLARE POTENZIALMENTE ABITABILE O ABITATO MA COMUNQUE SEMPRE PER NOI IRRAGGIUNGIBILE PER VIA DELLE ENORMI DISTANZE GALATTICHE CHE CI SEPARANO DA ESSO.
    IO MI ECCITERO` SOLAMENTE QUANDO TUTTI NOI AVREMO IN MANO “LA PISTOLA FUMANTE” CHE CI DIRA` CHE “SI…GLI UFOs EXTRATERRESTRI ED I LORO OCCUPANTI ALIENI (O INTERDIMENSIONALI) ESISTONO VERAMENTE E CHE SONO GIA` PRESENTI SUL NOSTRO BEL PIANETA TERRA!!!”
    ECCITARSI PER QUALCOSA DI MINORE DI QUESTO…NON VALE PROPRIO LA PENA (ALMENO A MIO GIUDIZIO)E NON CONVIENE A NESSUN UFOLOGO/A MODERNO.

    BUONANOTTE A TUTTI/E .
    Dr. Kathrine Martinez-Martignoni (Svizzera).

  10. Paolo ottobre 2, 2010 alle 10:07 am

    La cosa che mi esalta è il fatto che questo non sarà l’unico pianeta con simili caratteristiche che nei prossimi verrà scoperto, ma chissà quanti ne spunteranno fuori, bisogna solo dare tempo al tempo, e piano piano con il perfezionamento delle tecnologie in nostro possesso, queste scoperte saranno sempre più frequenti.
    E credetemi, mi entusiasma più una scoperta del genere che le tante prove che stanno portando quei 120 ex militari, di cui si sta parlando.

  11. Paolo ottobre 2, 2010 alle 12:55 pm

    Secondo me ufologia e astronomia sono pienamente compatibili, questo per una mia stupida teoria, ma la espongo lo stesso.
    Scoprire pianeti simili alla Terra che sicuramente allo stato attuale delle cose, rimarranno solo delle scoperte che forse non avranno mai una conferma da qui a cento anni, con la conferma di visite extraterrestri sul nostro pianeta, o meglio ancora con un contatto definitivo con tanto di scambio culturale tra noi e loro, porterebbe anche noi a poter viaggiare nello spazio, e sapere gia cosa visitare o studiare come stanno facendo gli ET con noi, ed è un grande vantaggio, anche perchè non è detto che gli ET oltre a metterci in condizione di viaggiare nello spazio, ci diano anche una mappa stellare dei pianeti interessanti da visitare o da colonizzare.
    Perchè diciamoci la verità, noi aspettiamo l’arrivo degli alieni non tanto per la curiosità di sapere come sono fatti e da dove provengono, ma li aspettiamo con la speranza che abbiano voglia di scambiare informazioni che potrebbero migliorare la nostra tecnologia e la nostra salute, una volta che sappiamo questo, sono sicuro che molti non avranno più bisogno degli alieni, perchè vorranno diventare loro i nuovi extraterrestri che vanno di persona su altri pianeti extrasolari.
    Ovviamente questa mia teoria ruota tutta intorno ad un IPOTETICO contatto con altre forme di vita intelligente di altri pianeti, non vorrei cadere nella fantascienza.

  12. giac ottobre 3, 2010 alle 11:27 am

    teoria bellissima paolo

  13. franco29337 ottobre 3, 2010 alle 5:23 pm

    @Paolo
    mi sà tanto che non sei l’unico a pensarla così , non è fantascienza , la spece umana oltre che molto curiosa è anche molto aggressiva . Il semplice fatto che le persone normali come me e credo anche te contemplino la possibilità di colonizzare altri mondi ce ne dà la misura , forse in ciò , prescindendo da altri fattori tecnici , stà la ragione per cui eventuali civiltà aliene si tengano alla larga ed ancora non si manifestino palesemente .

  14. Paolo ottobre 3, 2010 alle 6:53 pm

    Non per niente, la comunità scientifica parlando di un ipotetica colonizzazione di Marte, oltre ai mille problemi che si pongono su come arrivarci e come riuscire a viverci, eticamente parlando si chiedono se l’uomo una volta colonizzato Marte farà gli stessi sbagli che sta facendo sulla Terra, perchè sono consapevoli che potrebbe esserci il forte rischio di creare uno schifo anche la.

  15. franco29337 ottobre 11, 2010 alle 5:25 pm

    @katrhine da google , se digiti yellov book , alla 6° pagina ed alla 6° posizione forse trovi ciò che cerchi , ribadisco forse poichè avevo già letto cose simili su una rivista cartacea .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: