CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Morìa di animali: in Arkansas, e non solo, è mistero

Bombo

Vi sono stati alcuni casi nei giorni dopo Natale, sia in America che in Italia, di strane morie di animali. Sebbene in alcuni casi, vi si possa trovare una spiegazione nazionale, come ad esempio la morte di sei segugi nella tenuta della Regina Elisabetta II, causata da un probabile avvelenamento, o come la morte in Italia, a Faenza, di circa 300 tortore dal collare orientale causata, anche qui, da un probabile avvelenamento da cibo causato dagli scarti delle distillerie nei dintorni di cui questi volatili, con molta probabilità, si sono cibati, in America le spiegazioni razionali non sono così semplici da trovare. Ancora in Italia, in Toscana, sulle spiagge di Scarlino arselle e molluschi formano un tappeto uniforme .. nei pressi dell’ inceneritore e del complesso chimico .. ovviamente, molte associazioni animaliste puntano il dito, ma non vi è una spiegazione ufficiale per il momento; una incredibile morìa di animali morti nello stato dell’ Arkansas rimane avvolta nel mistero: la notte di San Silvestro, più di 5000 merli sono caduti letteralmente dal cielo di Beebe (si pensa alla possibilità che questi volatili siano stati spaventati dai botti della notte di capodanno, sebbene sia una spiegazione alquanto improbabile) e nel fiume Arkansas per circa 32 Km una distesa di pesci tamburo, privi di vita, sono stati trovati nei pressi della città di Ozark. E’ sicuramente questo il caso più strano in quanto esclude la possibilità di agenti patogeni o inquinanti nell’acqua dato che ad essere colpita è stata solo questa specie, esattamente come per il caso delle api scomparse di qualche anno fa. E su questa scia, dopo le api, l’impollinazione è a rischio anche a causa della inspiegabile morìa di Bombi (in foto a lato): su otto specie, quattro sono diminuite del 96%, quasi scomparse del tutto. Nell’ articolo de LaStampa da cui traiamo queste informazioni vi è una citazione attribuita ad Albert Einstein: “Nel momento in cui dovessero estinguersi le api all’umanità non resterebbero che pochi anni di vita.”.

Dovuti all’ uomo o alla natura, speriamo che questi atti finiscano presto.

Fonti: LinkLinkLinkLink
Ottimizzazione notizie a cura del Centro Ufologico Taranto.

Annunci

30 risposte a “Morìa di animali: in Arkansas, e non solo, è mistero

  1. Klaudio gennaio 5, 2011 alle 7:13 pm

    La spiegazione e semplice….le scie chimiche! I nostri cieli e i nostri mari sono sempre più avvelenati da queste élite! Presto toccherà pure a noi

  2. goldrake gennaio 5, 2011 alle 9:38 pm

    Stavo in pensiero se non saltava fuori anche la bufala delle scie chimiche…. non poteva mancare…

  3. StefanoRenati gennaio 6, 2011 alle 10:26 am

    Secondo me sta per arrivare in quelle zone un terremoto di quelli belli violenti.

  4. goldrake gennaio 6, 2011 alle 12:12 pm

    @ StefanoRenati

    E sulla base di cosa fai questa previsione?

  5. Danilo gennaio 6, 2011 alle 2:05 pm

    Decisamente una notizia preoccupante….sembra un lavoro fatto chirurgicamente, per colpire solo determinate specie!!! Le notizie dicono che sono morti per shock, qualcosa a livello uditivo? Mah…Sicuramente non sapremo mai le effettive cause del decesso.

  6. marco gennaio 6, 2011 alle 6:30 pm

    @ klaudio
    concordo pienamente. Le scie chimiche e tutto quanto è collegato con esse, quindi massicce dosi di radiazioni elettromagnetiche emesse anche sotto forma di treni di onde ad altissime frequenze, altamente direzionate e direzionabili e impulsi laser.
    I composti chimici immessi in atmosfera dagli aerei comprendono metalli per aumentarne la conduzione, sostanze che modificano i valori di umidità (quindi pressione, ecc.) ecc. ecc.
    Argomento complesso e delicato, non può essere trattato in poche righe, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti, basta saperli interpretare:
    aumento delle malattie cardiache, respiratorie e neurologiche, morie improvvise di animali (anche uccelli), spiaggiamenti di delfini e cetacei (l’inquinamento elettromagnetico li disorienta) e, purtroppo altro ancora.
    Solo gli stolti non vedono, o non vogliono vedere.

  7. StefanoRenati gennaio 6, 2011 alle 8:25 pm

    A sensazione! ho letto questa notizia su vari siti, e la prima cosa che mi è venuta in mente è stata che sta per arrivare un terremoto molto forte da quelle parti. Nessuna teoria o cose simili, solo sensazioni.

  8. marco gennaio 7, 2011 alle 9:09 am

    le scie chimiche sono da tenere in considerazione come causa, o concausa di morie “anomale” di animali quali insetti, delfini e cetacei spiaggiati ecc. ma non attribuirei a priori alle scie chimiche, sciagurata realtà dei nostri tempi, la causa di ogni morte. Aerei rilasciano in atmosfera enormi quantitativi di metalli e sostanze con proprietà igroscopiche per favorirne anche la conduzione elettromagnetica, ma esistono purtroppo una infinità di fonti di inquinamento alle quali si potrebbero attribuire le cause di malattie e morti di animali, compresi ahimè, noi.
    saluti
    Marco

  9. marco gennaio 7, 2011 alle 9:14 am

    al cut
    scusate ma i commenti dopo quanto tempo li pubblicate?
    Se postate il commento di ieri 6 gennaio dellle 6.30 allora per favore non pubblicate quello di oggi delle 9.09
    grazie

  10. Fabio_S gennaio 7, 2011 alle 12:19 pm

    …è di oggi la notizia che la stessa cosa è accaduta anche a Faenza ( http://www.corriere.it/animali/11_gennaio_07/tortore_faenza_morte_45a07372-1a42-11e0-91c1-00144f02aabc.shtml ).
    Sapremo mai la verità????

  11. Goldrake gennaio 7, 2011 alle 1:13 pm

    @ credenti delle scie chimiche

    Mi chiedo se avete mai seriamente approfondito l’argomento delle cosiddette scie chimiche perchè mi sembra che abbiate informazioni totalmente errate e del tutto antiscientifiche sulla questione.
    Vi faccio una semplice domanda:
    -“Avete la minima idea della quantità di metalli o sostante nocive in genere che emettono TUTTI gli aerei che sono in volo in confronto a tutti i gas nocivi emessi da tutte le auto del mondo?”

    Ragionateci un attimo e vedrete che le scie chimiche (che per inciso, nonostante le storielle dei vari mistificatori, NON ESISTONO, almeno nei termini comuni) sono del tutto ININFLUENTI.

    Ribadisco… prima di parlare di argomenti che non si conoscono sarebbe bene informarsi meglio su fonti serie (non siui siti di ufologia o misteri affini) altrimenti si rischia di dire solo una montagna di fesserie frutto di totale ignoranza in materia!!!!

  12. marco gennaio 7, 2011 alle 2:34 pm

    ma chi è stò goldrake? ancora con la storiella delle bufale e amenità del genere.
    Ormai i disinformatori sono spariti dalla faccia della terra tantè l’evidenza delle cose.
    o sei uno dei pochi disinformatori ancora esistenti o sei cieco, in quest’ultimo caso alza gli occhi e levati il prosciutto davanti.

  13. marco gennaio 7, 2011 alle 4:47 pm

    a goldrakkee
    prima de scrive fesserie levate er prosciutto dagli occhi e vatte a legge l’interessante articolo di oggi (pioggia nel deserto).

  14. marco gennaio 7, 2011 alle 4:58 pm

    al cut
    scusate l’insistenza, ma sto goldrake nell’ultimo commento ha scritto che ” prima di parlare di argomenti che non si conoscono sarebbe bene informarsi meglio su fonti serie (non siui siti di ufologia o misteri affini) altrimenti si rischia di dire solo una montagna di fesserie frutto di totale ignoranza in materia!!!!”
    Vi ha definito fonte non seria o sbaglio? Ho dato un’occhiata ai post precedenti e ho scoperto che questo soggetto vi segue con molta attenzione, quasi con insistenza da disinformatore, contraddicendo quanto scrive.

  15. CiccioBello gennaio 7, 2011 alle 9:42 pm

    Ovviamente dopo gli Stati Uniti non poteva mancare l’Italia, tutto quello che succede in America subito dopo accade anche qui…Uccelli morti a Faenza.
    (Secondo me qualche giornalista senza scrupoli ha fatto strage e gli ha sparsi in giro!)

  16. Goldrake gennaio 7, 2011 alle 11:01 pm

    @ marco

    Il tuo farneticante riferimento ai “disinformatori” dimostra senza ombra di dubbio ciò che temevo, ossia che tu sei solo un “credente complottista” e non uno che analizza i dati in modo serio e scientifico.
    Per tua informazione, io non ho definito questo sito in particolare come “fonte non seria”, ma ho detto che se la tua/vostra cultura sull’argomento deriva da siti di ispirazione ufologica o misterofila allora temo che dovresti studiare meglio l’argomento perchè sei COMPLETAMENTE fuori strada e stai dando credito ad una delle bufale più stupide che circolano nella rete.

    Tu mi dici: “…alza gli occhi e levati il prosciutto davanti”…
    Tipica frase dafanatico dei misteri, ma mi dispiace vivamente per te, qui sei proprio tu che devi levarti il prosciutto dagli occhi e cominciare a studiare un po’ di fisica dell’atmosfera se non vuoi fare figure ridicole parlando a sproposito di argomenti che non conosci affatto e dei quali hai una cultura da giornaletto di gossip.

  17. StefanoRenati gennaio 8, 2011 alle 12:13 am

    Ho trovato un sito dove elenca tutto quello che è successo nel mondo dall’inizio del 2011, e a quanto pare non si parla solo di USA, Svezia e Italia…
    http://www.unonotizie.it/13020-presagi-da-fine-del-mondo-moria-uccelli-e-pesci-fenomeni-in-usa-sud-america-europa-nuova-zelanda.php

  18. Danilo gennaio 8, 2011 alle 12:46 am

    @Goldrake…Sarei curioso di conoscere il tuo punto di vista, su questi strani fenomeni!!! Lasciamo da parte riferimenti a scie chimiche o ufo, solo considerazioni personali.

  19. Fra gennaio 8, 2011 alle 9:58 am

    Mah.. io sarei propenso a morte per cause antropiche.. Vai a capire quali.. Potrebbe essere qualsiasi cosa… Anche qualcuno che dopo aver rivisto il film di hitchcock ha deciso di vendicarsi.. Ma nessuno ha fatto analisi su questi volatili?

  20. Goldrake gennaio 8, 2011 alle 12:38 pm

    @ Danilo

    La mia idea è che come sempre i giornalisti hanno ingigantito una “non notizia”.
    Questo tipo di fenomeni accade da sempre in molte parti del mondo, ma non finisce quasi mai sui giornali perchè rientra nella normalità.
    Le cause, dai dati ottenuti, sembrano non avere niente di “misterioso” come a tanti piacerebbe pensare o come tanti vorrebbero far credere.
    Alcuni esempi:
    – Il caso dell’Arkansas: I volatili trovati morti sembrano presentare tutti segni da impatto traumatico. La causa potrebbe essere il panico scatenato dai “botti di capodanno” in uno stormo di uccelli che si stavano riposando su alberi e tetti e che si sono alzati in volo alla cieca (quella specie di uccelli di notte è praticamente cieca). Volando in preda al panico sono andati a sbattere contro alberi, tralicci e palazzi.

    – Il caso di Faenza invece sembra essere del tutto diverso, implicando infatti l’ingestione di semi da parte di tortore (probabilmente nocivi per quella specie) prodotti da una “famosa e maleodorante” ditta del posto nota da tempo all’ASL locale.

    Il problema fondamentale è che purtroppo il giornalismo italiano (ma anche mondiale) è affetto dalla sindrome della “reazione a catena”.
    Avete mai fatto caso ad esempio che se cade un aereo un giorno, per almeno due o tre settimane quasi quitidianamente sui giornali trovate notizie relative a problemi in volo più o meno gravi di decine di altri aerei nel mondo?
    Poi, passata la moda degli aerei, sui giornali spariscono del tutto le notizie di tali guasti o incidenti, ma non è che essi siano realmente terminati, è solo che è finito l’effetto mediatico della “reazione a catena”…. per poi essere sostituito magari dalla nuova moda dei “cani che impazziscono per due settimane in tutta Italia ed azzannano i bambini”.

    Insomma, non so se mi sono spiegato…. quando si sentono certe notizie bisogna sempre tenere presente che la realtà dei fatti potrebbe essere ben diversa da come ci viene raccontata da chi, nella migliore delle ipotesi è un giornalista che non conosce affatto l’argomento, e nella peggiore invece gioca con la creduloneria popolare per vendere una copia in più.

  21. Winter gennaio 8, 2011 alle 12:49 pm

    L’inquinamento (Non mi riferisco solo a quello atmosferico, ma a tutti i tipi di quest’ultimo) è la risposta allo strano fenomeno. Non c’è poi tanto da meravigliarsi, l’essere umano è destinato ad estinguersi presto insieme all’intero pianeta, continuando di questo passo.

  22. marco gennaio 8, 2011 alle 12:56 pm

    @ goldrake
    a prescindere dalla questione delle scie chimiche concordo pienamente con te circa l’ingigantimento delle notizie, resto però del parere che la questione scie è assolutamente reale e gravissima.
    Mi piacerebbe che tu esponessi il tuo punto di vista.
    Grazie

  23. Danilo gennaio 8, 2011 alle 1:28 pm

    @Goldrake…. Beh, almeno su questo la pensiamo uguale, i mass-media, sono uno tra i peggiori cancri della civiltà, usati a dovere, possono manipolare l’opinione pubblica. Per citarne uno tra un miliardo, le armi di distruzione di massa di Saddam Hussein.

  24. Winter gennaio 8, 2011 alle 1:30 pm

    @Goldrake

    Concordo con te, però mi sembra strano che, almeno da quanto hai detto tu, le città siano ordinariamente inondate di cadaveri di uccelli morti. Rimane una cosa da non sottovalutare, non importa il fatto che i media stiano avendo questa “moda passeggera”. Resta sempre un grave avvenimento, a causa della noncuranza umana.

  25. Goldrake gennaio 8, 2011 alle 1:35 pm

    @ marco

    Fammi capire…. cosa ci sarebbe di vero e concreto nella questione “scie chimiche”?
    Forse il fatto che a volte in cielo si vedono decine di scie di condensazione degli aerei?
    Se è solo questo devo dirti che ciò è del tutto normale e dipende dalle condizioni fisiche dell’atmosfera in quel momento (temperatura, venti, pressione ecc…) che possono fare la differenza fra l’esistenza per diversi minuti o meno di queste scie.

    Se invece ti riferisci al fatto che in queste scie ci sarebbero (secondo i fanatici) elementi chimici deliberatamente distribuiti sulle nostre teste per ottenere un qualche tipo di risultato, allora devo dirti che ciò è chiaramente assurdo per tutta una infinita serie di motivi che adesso sarebbe lunghissimo affrontare qui, ma che se vuoi puoi trovare in rete su siti SERI e non sui vari siti ufologici o misterofili come ti dicevo.

  26. marco gennaio 8, 2011 alle 5:39 pm

    @ goldrake
    ribadisco quanto già postato
    a questo punto voglio il tuo parere sulla questione scie chimiche, non i tuoi soliti e inconcludenti giri di parole da tuttologo da strapazzo.

  27. Goldrake gennaio 8, 2011 alle 8:08 pm

    @ marco
    Ti ho già risposto nell’altro topic…. sai leggere?

  28. ric gennaio 9, 2011 alle 7:57 pm

    @goldrake

    – Interrogazioni parlamentari all’estero:

    – 14 gennaio 1999, Risoluzione del Parlamento Europeo contro il progetto USA HAARP.

    – 17 ottobre 2006, Interrogazione tedesca al Parlamento Europeo.

    – 5 febbraio 2007, Interrogazione parlamentare in Grecia.

    – 10 maggio 2007, Interrogazione olandese al Parlamento Europeo.

    – Interrogazioni parlamentari in Italia:

    – 2003, Deputato dei DS, poi UDC Italo Sandi 2003

    – 2003, Deputato dei DS Piero Ruzzante

    – 3 febbraio 2005, Deputato dei Comunisti Italiani Severino Galante

    – 30 maggio 2006, Consiglieri regionali di Rifondazione comunista Davoli, Uras e Pisu Interrogano la Regione Sardegna.

    – 13 giugno 2006, Senatore dei DS Nieddu.

    – 8 agosto 2007, Senatore dell’UDC Ciccanti.

    queste sono le interrogazioni parlamentari per chiedere spiegazioni all varie autorità tracui quelle militari negli ultimi anni.
    Tutti pazzi, complotttisti e visionari scommetto?

  29. ric gennaio 9, 2011 alle 8:14 pm

    @goldrake

    se propio ti sembrano così assurde queste teorie sulle scie chimiche leggiti cosa dice un certo premio nobel per la chimica in riferimento al problema del global warming e alle possibili soluzioni:

    http://www.cogci.dk/news/Crutzen_albedo%20enhancement_sulfur%20injections.pdf

    detto da lui sembra un po’ meno fantascienza, non credi?

  30. seemo dicembre 6, 2011 alle 2:21 am

    Salve a tutti… a 1 anno di distanza circa dalla strana moria di animali del gennaio scorso vorrei solo far notare che la cosa NON era assolutamente normale! infatti non e’ piu’ ricapitato niente di simile nell’ultimo anno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: