CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Scoperti vermi ‘alieni’ nelle profondità della Terra

Vivono nelle profondità della Terra, in un ambiente ben diverso da quello che si trova in superficie e dove pressione e temperatura sono altissime: per questo sono dei veri e propri ‘alieni’, i vermi che vivono fino a tre chilometri di profondità nel sottosuolo.

Finora gli unici esseri viventi noti per vivere in condizioni così estreme erano organismi semplicissimi come i batteri. Per questo la scoperta che anche animali pluricellulari come i vermi possano affrontare un ambiente estremo ha meritato la pubblicazione di Nature. La ricerca è stata condotta fra Europa e Sudafrica, con il coordinamento dell’università belga di Ghent.

Non è un caso che la nuova specie scoperta fra i vermi ‘alieni’, a 1,3 chilometri di profondità, sia stata chiamata Halicephalobus mephisto, con un chiaro riferimento al dio degli inferi di Faust. Classificati dagli zoologi come ‘nematodi’, questi vermi sono stati trovati nell’acqua presente nel sottosuolo sudafricano, in corrispondenza di alcune miniere, ad una profondità compresa tra 0,9 e 3,6 chilometri. I ricercatori hanno escluso qualsiasi ipotesi di contaminazione e verificato che i vermi sono a tutti gli effetti ‘originari’ del sottosuolo.

Lunghi fino a mezzo millimetro, sono in grado di resistere alle alte temperature e si nutrono di batteri. Come spiegano gli stessi ricercatori, questo strato profondo del sottosuolo presenta condizioni molto estreme per quanto riguarda temperatura, ossigeno e spazio disponibili. Per questo motivo si pensava che potesse ospitare solo organismi semplici, costituiti da un’unica cellula, mentre organismi più complessi non sarebbero mai riusciti a sopravvivere.

Fonte: Ansa.it

Advertisements

3 risposte a “Scoperti vermi ‘alieni’ nelle profondità della Terra

  1. massimo bardazza giugno 30, 2011 alle 10:07 pm

    martedi sera 28 giugno a milano centro ore 23,07 ho visto disco luminoso provenire da est
    e scomparire a ovest- colore grigio con luci verdi all’interno. ha compiuto arco di cielo in pochi
    secondi
    potete dare notizie

  2. pat luglio 1, 2011 alle 8:56 pm

    Spero che non facciano la fine di quei batteri trovati nell’arsenico, che poi, se non ricordo male, si trattò di errore della biologa … che figuraccia !!!!

  3. Angelo luglio 3, 2011 alle 10:14 am

    Che ne abbia parlato la rivista Nature, additando queste minuscole creature come “aliene” è un dato di fatto, tuttavia io credo, ed è la mia personale opinione, che la scelta del termine “alieno” è stata voluta solo per esaltare la notizia e niente di più. Da anni l’ortodossia sostienen che la vita sulla terra si è generata a seguito delle numerose collisioni con corpi provenienti dallo spazio, quindi cosa ci sarebbe di eccezionale che vivono sottoterra?
    Se spulciamo il lungo elenco degli esseti che riescono a vivere in condizioni totalmente diverse dalla nostra ci rendiamo conto che la vita può svilupparsi su altre basi chimiche e non soltanto quelle riferite al carbonio.
    Pertanto eccedere nel sensazionalismo si rischia di confondere le idee ai profani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: