CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Near Collision: coinvolti un UFO ed un aereo civile su Denver

Per contattare il CUT: centroufologicotaranto@gmail.com – Il CUT su Facebook

Un UFO causa una “near collision”, come direbbero i cugini d’oltremanica, ovvero una “quasi collisione”, tradotto in Italiano, interferendo tra le rotte degli aerei di linea su Denver, città proprio accanto il famoso sito dell’ufo crash di Aurora (Qui l’articolo di Franco Pavone: Dall UFO Crash di Aurora al Project Aurora). Il video è stato caricato sul noto circuito di video sharing il 16 Maggio (oggi) quindi dovrebbe essere andato in onda ieri e mostra un evento accaduto entro i due giorni precedenti (il reporter dice chiaramente “yesterday”, quindi il 14 Maggio), ma di questi casi ce ne sono molti, ed alcuni hanno anche avuto gravi conseguenze.

La FAA (Federal Aviation Administration) ha avviato una pratica per investigare su questo caso. Il radar -come esposto in video- mostra i velivoli civili e privati che stavano viaggiando in quel frangente, dove è accaduto il misfatto, e non vi è alcuna presenza -sul radar- di questo oggetto non classificato. Ma le registrazioni in quel momento (sul video appare “Lunedì, ore 17.17) dicono il contrario: il pilota comunica con la base: « Non so se sia un drone (ndr “remote controlled”) o altro, ma qualcosa è appena andato nell’altra direzione, somiglia ad un drone. » L’oggetto che ha attraversato in linea contraria la rotta dell’aereo civile volava alla sua stessa altezza di 8000 piedi (2.5 km circa).

Il servizio termina con le possibili spiegazioni dell’incidente (per fortuna mancato): potrebbe essere stato un Drone militare, un modellino radiocomandato molto grande, o un grande uccello. Per fortuna questa volta non è accaduto nulla, ma incidenti con oggetti non identificati sono accaduti spesso coinvolgendo aerei privati e civili. Ma c’è da dire che alla torre di controllo non sono state inviate segnalazioni nè di droni militari nè di modellini civili, e se il pilota non riesce a distinguere un uccello, o un aereo (sebbene di dimensioni ridotte) io sarei più preoccupato della loro capacità di volo, visto che il reporter dice che l’oggetto sconosciuto è arrivato “così vicino da rendere nervoso qualsiasi pilota”. Ma per fortuna i controlli per i piloti sono rigorosi.

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 143 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: