CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Il vero 21 Dicembre 2012

Articolo scritto da Eugenio Palese – eugeniopalese@gmail.com


centroufologicotaranto@gmail.com – Il CUT su facebook!

Ripresentiamo questo articolo già pubblicato nel 2010 proprio in occasione della fatidica data. Per favore, molte persone stanno commettendo sciocchezze e stando in contatto col pubblico si nota un senso di disagio nei confronti del 21/12 ed anche un certo timore. Non siate preoccupati e non abbiate paura, cercate di mantenere la calma e sopratutto evitate ogni gesto insensato, in quanto queste azioni sarebbero prive di ogni fondamento. Grazie.

Questo articolo è tratto dalla relazione “I CICLI COSMICI DELL’UMANITA’: APOCALISSI DI IERI , OGGI E DOMANI”, presentata dal sottoscritto al convegno dal tema “UFOLOGIA DEL III° MILLENNIO” tenutasi presso la sala conferenze della Provincia di Taranto nell’anno 2003 insieme agli altri componenti della S.U.T. (oggi C.U.T.), con il patrocinio della Provincia e del Comune di Taranto.

calendario-mayaSicuramente qualcuno penserà: “Ecco: un altro che dice la sua sul 2012, con le sue profezie annesse e connesse, con le sue personali interpretazioni che vanno a smentire quelle di altri “pseudoesperti” come lui, e via discorrendo. Niente di tutto questo! Il mio è solo un puzzle costruito raccogliendo pazientemente, nel tempo, brandelli di interviste fatte a scienziati e professori universitari e riportate su libri e riviste (quali,p.e., Panorama, l’Espresso, Nexus, nonché gli “speciali” curati da A. Forgione, giornali quali la Stampa, il Corriere della Sera, il Daily Telegraph, e tanti altri), ed aggiornato al 2009, che hanno la caratteristica di non essere assolutamente in contraddizione tra di loro, anzi, insieme compongono un intrigante mosaico. Dalle stesse testimonianze hanno attinto, tempo dopo, trasmissioni televisive di varie emittenti nazionali per proporre al grande pubblico i diversi scenari, più o meno catastrofici, che si dovrebbero presentare ai nostri occhi il fatidico 21/12/2012! Premesso che il sottoscritto non predica il Vangelo e che non è nemmeno in grado di prevedere ciò che accadrà domani, invito i lettori a ragionare con la propria testa ed a trarre le proprie conclusioni all’insegna di un minimo di buon senso! Tra i popoli che detenevano “antiche conoscenze” quello che ci spiega la ciclicità di sconvolgimenti globali in maniera scientifica era il popolo Maya. I Maya, come depositari di “civiltà ancestrali” (e probabilmente “esogene”), sapevano che periodicamente avvengono delle apocalissi(=trasformazioni, cambiamenti, etc.) che nelle conseguenze più catastrofiche potrebbero provocare la scomparsa di intere culture. Ciò non solo per avvenimenti galattici, ma anche per un ciclo tipico del nostro sistema solare. Ogni 12000 anni avverrebbe una particolare combinazione cosmica:un aumento dell’attività solare (con aumento delle macchie solari), una particolare posizione del pianeta Venere (ricordiamo che i vari calendari e la mitologia Maya si fondano sul pianeta Venere), ed un allineamento astronomico ben preciso, avrebbe come effetto una serie di sconvolgimenti geologici e climatici (vero è che negli ultimi anni, al contrario, si sta verificando una quasi totale assenza di attività solare,anche se questa quiescenza potrebbe interrompersi in qualsiasi momento!). Questo evento sarà al suo culmine nel solstizio d’inverno (il 21 dicembre) del 2012: il Sole sorgerà sullo sfondo della costellazione del Sagittario intersecandosi con il Centro della Galassia! Nella mentalità degli Antichi questo particolare evento astronomico significava un “Aprirsi alle Porte del Cielo”. Questa “lacerazione cosmica” ( la “ferita delle freccia del Sagittario”) si verificherà in una zona oscura della Via Lattea dove la “Cintura di Stelle” sarà velata da una nube di polvere cosmica interstellare. Questa “fessura”, inoltre, era interpretata dai Maya come “l’utero della Madre Ancestrale” che ad ogni ciclo cosmico partorisce una “nuova epoca del Mondo”. Chi ha effettuato un’accurata ricerca sulle tradizioni Maya ed in particolare sul famoso calendario è stato Carlos Barrios, un ricercatore storico ed antropologo di origine spagnola residente in Guatemala, dove risiede la tribù Maya dei Mam di cui è diventato una delle guide spirituali. Alcuni anni fa, insieme al fratello Gerardo, ha iniziato un’accurata ricerca sui calendari Maya, intervistando ben 600 anziani custodi delle antiche tradizioni. Ciò ha portato alla scoperta di ben 17 calendari che attestano la capacità degli antichi Maya nella comprensione del tempo, delle stagioni e dei cicli astronomici che si è dimostrata ampia e sofisticata, ed alcuni di essi calcolano con estrema precisione il tempo per un periodo di oltre 10 milioni di anni! Quello più famoso, che ha riscosso l’attenzione delle masse, è il Tzolki’in, un calendario ritenuto tra i più sacri, basato sul ciclo delle Pleiadi. La data del 21 dicembre 2012 come data terminale di questo calendario non è, come dicono molti, la data in cui il “mondo avrà fine”, suscitando le ire degli anziani Maya, bensì rappresenta la data di un “nuovo inizio” dove “tutto cambierà”! Da qui nasce la convinzione dei fautori della “New Age” di una nuova “età dell’oro” dell’Umanità, dove tutto sarà pervaso dalla spiritualità, da una totale armonia tra l’uomo e tutto ciò che lo circonda ed in particolare con la Madre Terra. Lo stesso Barrios afferma che siamo in un periodo di transizione tra il “Mondo del Quarto Sole” e quello del “Quinto Sole”, dove si verificherà una colossale convergenza di distruzioni ambientali, caos sociale, guerre e cambiamenti terrestri( climatici, morfologici, etc.), ma , come affermano i “Custodi del Tempo Maya”, la data del 21 dicembre 2012 rappresenterà contemporaneamente una rinascita. Sarà l’inizio di una nuova era che coinciderà con un fenomeno astronomico già previsto: il meridiano solare intersecherà l’equatore galattico della Terra e si allineerà con il Centro della Galassia e, per la prima volta dopo 26.000 anni il Sole nascente coinciderà con l’intersezione della Via Lattea e del Piano dell’Eclittica. Questa intersezione cosmica rappresenta il “Sacro Albero della Vita”, un albero presente in tutte le tradizioni spirituali del mondo. In termini più scientifici, alcuni osservatori sostengono che questo allineamento aprirà un canale con il Centro della Galassia da dove affluirà “energia cosmica” verso la Terra che sarà “purificata” insieme a tutti i suoi abitanti! Secondo Barrios questo cambiamento è già iniziato ed è in fase di accelerazione, e se per quella fatidica data sia l’Umanità e sia la Terra arriveranno in “buona forma” potremo salire ad un “livello superiore di esistenza”! I crescenti cambiamenti del clima mondiale non sono solo il risultato del cosiddetto “effetto serra”, ma sono causati anche da “mutamenti vibrazionali” che stanno interessando i campi magnetici terrestri il cui equilibrio è sempre più precario: gli effetti sul clima continueranno ad aumentare fino a che uno spostamento polare trasformerà i vecchi campi magnetici. La Terra, infatti, “vibra” o, se vogliamo, “pulsa” proprio come un cuore umano grazie ai minerali di cui è composta (in particolare per la presenza di “magnetite”), secondo una frequenza denominata “Risonanza di Schumann”, così come avviene per ogni essere vivente, compreso l’uomo, relativamente alla sua componente inorganica (di magnetite).Questi potenti campi energetici sono studiati anche dalla scienza convenzionale che definisce tale fenomeno “cintura fotonica”. Secondo un articolo apparso sul Daily Telegraph del 5 luglio 1995 la misurazione di queste energie ha “sgretolato” la fiducia popolare nella scienza, così come recita l’articolo:”Qualcosa là fuori, nessuno sa cosa, sta lanciando particelle di alta energia mai osservata dagli scienziati, nemmeno le forze liberate dalle più potenti stelle esplosive può spiegare questo fenomeno, anzi, la teoria convenzionale dice che quelle particelle non dovrebbero esistere! Queste energie, misurate nell’ordine di milioni di elettronvolt, secondo l’articolo raggiungerebbero addirittura i 320 miliardi di elettronvolt stando alle grandezze misurabili fino ad oggi” (e da all’ora sono passati altri 14 anni!). Per quanto riguarda la “Risonanza di Schumann”, poi, secondo alcuni ricercatori, questa si starebbe alzando da una frequenza di 7hz a circa 11hz, che potrebbe essere il segnale di un imminente inversione dei poli magnetici: ciò avverrebbe perché la ionosfera ha una relazione simbiotica col campo magnetico terrestre e, mentre questi si indebolisce con l’approssimarsi di tale aumento, la ionosfera si contrae, proprio come succede quando si accorcia la canna di un organo, facendo alzare la frequenza. Quanto sopra non sarebbe un male, ma potrebbe dare un significativo contributo all’evoluzione della nostra specie tramite il DNA che, durante questi cicli periodici di transizione, muta a causa dell’esposizione ai campi magnetici e cosmici in cambiamento. Il ricercatore e scrittore Maurice Cotterel, che ha analizzato i cicli delle macchie solari nei periodi in cui il Sole emette energie magnetiche molto potenti che si dirigono sulla Terra da una corrente definita “vento solare”, ha scoperto che questi (i cicli) corrispondono sorprendentemente e fedelmente ai cicli Maya dell’evoluzione umana, persino a quelli “programmati” con un anticipo di migliaia di anni! Tutto ciò concorre al cambiamento del magnetismo terrestre e la natura stessa della vita sul pianeta Terra (le tempeste coronali del Sole potrebbero bruciare la Terra con radiazioni simili a quelle atomiche se riuscissero a perforare l’atmosfera terrestre, la cui densità è pari ad un muro di cemento armato dello spessore di 4 metri, così come viene mostrato nel recente film di fantascienza con Nicolas Cage “Segnali dal Futuro”). Tutte le profezie formulate da antiche tribù indigene come gli Hopi negli U.S.A. e gli stessi Maya nonché dai sensitivi come Edgar Cayce e Nostradamus, concordano sul grande cambiamento che si sta attualmente verificando. Secondo i Maya, infine, l’ultimo grande ciclo, iniziato nel 3114 a.C., si concluderà nel 2012, dando il via ad un nuovo ciclo dell’evoluzione! Le antiche conoscenze astronomiche dei Maya sembrano essere confermate da recenti scoperte scientifiche in campo astronomico: una specie di polvere che ruota vorticosamente nel centro della nostra Galassia attorno ad un “buco nero” tre milioni di volte più pesante del nostro Sole, è stato scoperto da un’equipe di ricercatori guidata da Dr. Mark Murris dell’Università della California a Los Angeles, attraverso il telescopio denominato Kelk II posto nelle isole Hawai. In particolare una striscia di tale formazione, denominata “Northern Arm” (=Braccio Settentrionale), lascia cadere periodicamente materiale nel “buco nero” rilasciando un’energia tale da causare talvolta la creazione di nuove stelle, collassando altre nubi di polvere vicine, ed altre volte inibendone la formazione, distruggendo le suddette nubi e, iin entrambi i casi, rilasciando materiale nel “buco nero, ne causano la sua espansione. Come ulteriore conferma la medesima notizia viene riportata dal televideo Rai del 03/05/2003:”Un gruppo internazionale di astronomi ha scoperto una stella che orbita attorno alla sorgente “xSgrA” (Sagittario A), situata nel Centro della nostra Galassia. La stella è denominata “S2” e si muove lungo un’orbita ellittica dove vi è uno dei “fuochi” occupato da “xSgrA”. La scoperta conferma quasi con certezza che nel Centro della nostra Galassia c’è un “buco nero massivo” come da tempo ipotizzato. I Centri delle Galassie sono intense sorgenti di radiazioni “radio” e “x”. Si pensa che tali emissioni siano dovute alla presenza di “buchi neri” di massa enorme. Le stelle che si trovano in prossimità del “buco nero” sono lacerate dalla fortissima attrazione gravitazionale; la disgregazione è causata dal fatto che la parte della stella più vicina al “buco nero” è attratta molto di più dalla parte più lontana. I resti delle stelle ed i loro gas cadono verso il “buco nero” producendo radiazioni “radio” ed “x”. Per avere una conferma della presenza del “buco nero” si studia il movimento delle stelle più vicine. Se una o più stelle si muovono come i pianeti fanno col Sole (che si trova in uno dei fuochi dell’orbita ellittica), è quasi sicuro che il “buco nero” c’è. E’ molto difficile, però, distinguere il movimento delle singole stelle nelle Galassie lontane. Il Centro della Via Lattea, situato nella costellazione del Sagittario, si trova invece “soltanto” a 26.000 anni luce di distanza!”. La teoria Maya legata alle ultime scoperte astronomiche possono rappresentare il preludio ad un nuovo scenario verso il quale l’Umanità si sta dirigendo! La prova di ciò è davanti ai nostri occhi: in poco più di 100 anni l’evoluzione umana, ed il conseguente sviluppo tecnologico-scientifico, hanno avuto un progresso così esponenziale da non avere precedenti (conosciuti!) nella storia dell’Umanità. Se ciò che ci hanno divulgato i ricercatori riguardo ai raggi cosmici che colpiscono la Terra e l’aumento della Risonanza di Schumann, influenzando così il nostro DNA, può essere la causa di tutto, ciò ha un senso: ci troviamo in prossimità della conclusione del ciclo del Calendario Maya, che dovrebbe collimare con l’anno 2012, quando la Terra sarà perfettamente in asse con il Centro della Galassia ( dove è dislocato il “buco nero” generatore di queste “onde cosmiche elettromagnetiche”) e la Costellazione di Orione, un ciclo che, presumibilmente, ha iniziato a far sentire i suoi effetti “solo” da circa un secolo, da quando, cioè, il progresso scientifico e tecnologico dell’uomo ha iniziato a svilupparsi in maniera esponenziale! Stiamo, forse, in procinto di effettuare il famoso “salto quantico” verso un piano superiore di esistenza? O stiamo percorrendo il nostro fatidico “ultimo chilometro” verso la totale estinzione?

La questione, quindi, non cessa di apparire intrigante anche sotto l’aspetto squisitamente scientifico. Tuttavia c’è qualcosa che non quadra: in quasi tutto il mondo, ormai, viene utilizzato il Calendario Gregoriano( calendario voluto da Papa Gregorio XIII° nel 1582, per correggere le incongruenze di quello Giuliano, ed affidato ad esperti quali il matematico bavarese Cristoforo Clavio, il matematico perugino Ignazio Danti ed il medico calabrese Luigi Lilio, che utilizzarono le misurazioni astronomiche di Niccolò Copernico); ma tale calendario era comunque la continuazione di quello Giuliano(calendario promulgato da Giulio Cesare nel 46 a.C. ed elaborato dall’astronomo greco Sosigene di Alessandria); orbene, tale numerazione è in comune ai due calendari in quanto gli anni si contano a partire si dalla nascita di Gesù Cristo ma che, secondo i calcoli di Dionigi il Piccolo avvenne nell’anno 753 dalla fondazione di Roma; tuttavia, secondo gli storici più affermati, i calcoli di Dionigi erano errati in quanto la data di nascita effettiva di Gesù Cristo corrisponderebbe al 4 o al 7 a.C. secondo il calendario Giuliano, peraltro mai modificato da quello Gregoriano. Cosicché l’anno effettivo corrente sarebbe il 2013 o al massimo il 2016! Cavolo! Ci siamo persi il 2012! A parte gli scherzi, non possiamo sapere ciò che ci riserva il Futuro, ma possiamo prendere in prestito la frase del dr. Emmet Brown del film “Ritorno al Futuro 3”: “Il Futuro è come ce lo scriviamo noi, con le nostre mani!” E restiamo tutti tranquilli e sereni: la notte del 21 Dicembre 2012 non bruceremo vivi, né congeleremo, né affogheremo, né verremo catapultati fuori dalla nostra atmosfera. Al massimo saremo un po’ depressi per aver speso tutta la nostra 13° mensilità per i regali di Natale!

Annunci

Una risposta a “Il vero 21 Dicembre 2012

  1. Denis dicembre 20, 2012 alle 6:50 pm

    Sino ad ora nella mia breve vita ho attraversato tante presunte date con la fine del mondo,domani sarà l’ennesima! Si vive una sola volta già con mille pensieri,non serve averne altri,bisogna vivere sin che si può fino in fondo e quando sarà veramente la fine di tutto non avremmo rimpianti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: