CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Scompare Giulio Andreotti, precursore degli UFO in politica

Per contattare il CUT: centroufologicotaranto@gmail.com
Il CUT su Facebook

iandret001p1Giulio Andreotti, scomparso all’età di 94 anni, nella sua lunga e multiforme attività ebbe modo di occuparsi anche degli Ufo. Non solo: pare proprio che il giorno in cui si recò al funerale di un amico che aveva la passione per questa materia, un oggetto volante non identificato abbia sorvolato l’automobile nella quale l’uomo politico stava viaggiando. Ma Andreotti ebbe anche un ruolo attivo nel tentativo di comprendere la realtà del fenomeno. Come ricorda il Cun, riportando una nota pubblicata sul sito del Reparto generale sicurezza dello Stato Maggiore dell’Aeronautica italiana, “a seguito dell’ondata di avvistamenti di Ovni, dal 1978 l’ ex premier ed ex senatore a vita designò l’Ami quale organismo istituzionale deputato a raccogliere, verificare e monitorizzare le segnalazioni”. Allora si chiamava Secondo Reparto, ma successivamente divenne appunto Rgs, Reparto generale sicurezza. Ed ecco un ricordo di Roberto Pinotti, oggi segretario generale del Cun: in un paio di occasioni, la prima nel 2006 e la seconda nel 2007, ebbe modo di incontrare di persona Andreotti (che fu anche grande amico di Mario Cingolani, presidente del Centro Ufologico Nazionale tra la fine degli anni Ottanta e primi anni Novanta), quindi a fine 2007 fu ricevuto nel suo studio per parlare esplicitamente di Ufo:

“Arrivammo il 3 dicembre 2007 al Senato in perfetto orario. Espletate le procedure d’ingresso, salimmo al secondo piano, dove eravamo attesi per l’incontro/intervista con il senatore a vita Giulio Andreotti. Dopo essere stati salutati dalla sua segretaria, aspettammo alcuni minuti in una saletta, quindi fummo invitati ad entrare nello studio direttamente dal presidente. Inutile dire che un pizzico di emozione era presente nei nostri occhi: eravamo davanti alla più grande figura storica della politica italiana, per di più l’autore del grande passo istituzionale che fece seguire gli Ufo alla nostra Aeronautica. Dopo i saluti, Andreotti ci illustrò il suo pensiero sulla situazione politica di quel periodo (il governo Prodi era alle porte) e come fosse difficile nella circostanza prendere decisioni efficaci. Il colloquio continuò su vari temi d’attualità, poi iniziammo a parlare di ufologia. Quando gli chiedemmo che cosa ne pensasse, il senatore ci rispose che il fenomeno degli Ovni meritava attenzione e interesse dal momento che erano manifestazioni si ripetevano da anni. Però ci tenne a chiarire che molti degli avvistamenti avvenuti in Italia e nel mondo erano stati spiegati. Peraltro, aggiunse che alcuni casi erano ancora inspiegabili e privi di risposta razionale: proprio per questo motivo era necessario approfondire. Diede così ordine all’Aeronautica di procedere, primariamente per disporre di una classificazione e di una statistica certa. Non a caso, in quegli anni, ci fu anche l’interpellanza dell’onorevole Falco Accame, a sua volta colpito dall’ondata di oggetti non identificati. Tornando ad Andreotti, occorre ricordare che quasi vent’anni prima si era già occupato della questione: il 15 maggio 1957, infatti, Giulio Andreotti, allora ministro della Difesa, dopo aver ricevuto un documento dal console Alberto Perego, a proposito degli studi eseguiti dal diplomatico sui dischi volanti scrisse: “Caro console, le considerazioni che ella svolge nel suo rapporto risultano degne di interesse e di attenzione”.

La riflessione conclusiva può essere questa: come mai la classe politica ha sostanzialente ignorato il messaggio di Andreotti, che in fondo invitava a non dare nulla per scontato e ad essere curiosi nei confronti di un fenomeno preciso?

Fonte: misterobufo.corriere.it

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Nota CUT: Anche il CUT vuole ricordare la figura di Giulio Andreotti, senatore a vita e personaggio controverso della politica italiana, per il suo impegno nel campo ufologico. A lui dobbiamo, come riporta l’articolo, la creazione di un organismo addetto allo studio degli oggetti volanti non identificati.

Advertisements

3 risposte a “Scompare Giulio Andreotti, precursore degli UFO in politica

  1. Daniele maggio 9, 2013 alle 9:35 pm

    Io presumo che la politica e l’ufologia non siano materie compatibile luna con l’altra.
    Da questa frase io sono convinto che i politici si occupano di politica e null’altro, totalmente tenuti all’oscuro di qualsiasi fato si voglia, e se dall’ufologia ne sia presente un fondo di verità quest’ultima sarà senz’altro gestita da lobby sconosciute a noi e da i nostri politici.
    Sinceramente se dovrei dare la caccia ad alieni e ufo, darei priorità prima a coloro che si occupano nel più totale segreto di questa a dir poco affascinante e misteriosa materia.

  2. Dedo maggio 11, 2013 alle 11:54 am

    io gli leverei la scatola nera dalla gobba.
    Ci sarebbe da ridere, o forse no :]
    scusate l’ot

  3. kidney disease agosto 1, 2013 alle 6:46 pm

    Its proper time to make some plans money for hard times and its time and energy to be happy. We’ve read this article and if I could I want to propose you couple of interesting things or ideas. Maybe you can write next articles referring to this article. I must read more things about it!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: