CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

ARCHIVIO C.U.T. – DOCUMENTO N°3 – TARAS E LA SUA CITTA’

taras 

La città sorge a 15 mt. Sul livello del mare e gode di una posizione incantevole nello Jonio. La sua origine secondo una antica leggenda, risale a molti anni prima della fondazione di ROMA.

L’Archeologia conferma dunque, quanto la tradizione storica antica ha tramandato in proposito, collocando nel 706 a.C. l’anno della colonizzazione di Taranto. I primi secoli della colonia Tarantina sono poco noti; Infatti, in età ARCAICA, modesta  appare la sua posizione militare e commerciale. Ancora oggi per gli studiosui e cultori della storia e  dell’arte, Taranto è una città piena di fascino, nella quale si rievicano gli splendori dell’antica metropoli che contava circa 300.000 abitanti.

Taranto venne fondata da un gruppo di maggioranza appartenente all’Aristocrazia SPARTANA, più probabile sembra che fosse già abitata da popolazioni indigene, suscitando discordanze tra coloni e colonizzatori; Essendo questi ultimi più forti e numerosi costrinsero gli abitanti a rifugiarsi sulle colline circostanti al territorio,

(oggi Murgia Tarantina).

Divenne celebre in età ELLENISTICA, per le sue ricchezze ed il suo FASTO in quella Magna Grecia che rinnovò sulle sponde dello Jonio la splendida civiltà di ATENE. Nel suddetto periodo, si distinse tra i contemporanei per le sue molteplici attività culturali,artistiche e commerciali, rendendola famosa, oltre che per la letteratura, la filosofia e la lavorazione della Porpora, (l’industria artigianale dell’oro) tanto da renderla celebre in tutto il mondo antico, che raggiunse l’apice della conoscenza della fabbricazione di manufatti Bronzei e Ceramici. Mantenne stretti contatti con la madre patria caratterizzata principalmente da scambi commerciali, grazie a questo, molti oggetti che Taranto importava, tra cui le famosissime  coppe LACONICHE e ATTICHE, che furono rinvenute, nell’immensa e sterminata necropoli, situata sotto la pavimentazione stradale, dell’attuale centro cittadino. Infatti tra questi corredi Tombali, troviamo molti oggetti con i quali ci sono delle affinità, con il fenomeno ufologico, e chissà quanti altri ancora si nascondono e riposano con i loro legittimi proprietari, vissuti circa 2600 anni fa. E’ certamente un riferimento – Archeologia-Ufologia-.

Bruno  D’ORONZO

Opere librarie:

Peter Kolosimo     – Astronavi nella preistoria pag.276-Fg. 208

Quixe Cardinale    – Dalle Galassie ai Continenti Scomparsi – pag.128

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: