CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

ARCHIVIO C.U.T. – Documento n° 12

 

 

 

VITA  NEL  COSMO

 

 

 

La domanda se l’universo sia abitato o no oltre la Terra è vecchia quanto il mondo, e per molti secoli la risposta è stata data solo dalla fantasia. Ma oggi, grazie alle nuove e raffinate tecniche di osservazione delle quali disponiamo, conosciamo parecchie stelle circondate da pianeti, anche se questi, al momento, possono essere identificati solo se  assai grandi, e solo in stelle relativamente vicine. La struttura dell’universo ci è sempre meglio nota, conosciamo al momento almeno un miliardo di galassie, ognuna delle quali composta in media da 200 miliardi di stelle, una soltanto delle quali è il nostro Sole. Ipotesi fondate ci lasciano ritenere che le galassie siano almeno 10 miliardi, se non di più.

 

Avremmo allora una popolazione di almeno 10/21 stelle, e se anche una su un milione di queste stelle avesse un pianeta analogo alla Terra, avremmo in cielo 10/21 stelle e se anche una su un milione di queste stelle avesse un pianeta analogo alla Terra, avremmo in cielo 10715 pianeti analoghi al nostro,  dei quali 200 000 solo nella nostra galassia. Queste cifre rendono difficile pensare che l’uomo possa essere un prodotto unico e, aggiungo, passabilmente  mai riuscito, nell’intero universo. Prove dirette di altri esseri viventi non ne abbiamo, o, se ce ne sono, vengono tenute assai ben nascoste, per volontà di enti che si preoccupano solo di mantenere il loro dominio sulla povera gente ignorante, come almeno sembra che credano sia. Esistono molte fotografie altrimenti inspiegabili. Che mostrano su altri pianeti strutture chiaramente non naturali,  fotografie entrate forse per sbaglio nel circuito verso  l’esterno, ed erroneamente rese pubbliche.  I dati pubblicati riguardano oggetti osservati su Marte e sulla Luna mostrano che le posizioni di questi oggetti sono state  volutamente alterate, e le fotografie sono state degradate in modo da nascondere i dettagli più minuti. Che sono i più interessanti.  La ricerca della vita nel cosmo viene ora  fatta non solo  vagliando il fenomeno UFO e studiando gli originali delle fotografie alle quali ho accennato, ma anche analizzano  le radiofrequenze che ci provengono dallo spazio alla ricerca di segnali  coerenti. E’ in via di svolgimento il progetto SETI, troppo noto per parlarne di più; ma anche questo progetto ha le sue limitazioni, dato che parte dall’idea che le radiofrequenze possono essere modulate o in ampiezza o in frequenza. Ma se, per caso, venissero usati altri tipi di modulazione, per esempio,  avanzo una ipotesi  fantascientifica, in polarizzazione, questi segnali sarebbero irrivelabili.

 

Queste brevi considerazioni ci rendono edotti delle enormi difficoltà che il problema presenta, e dalla reale inadeguatezza dei mezzi oggi a nostra disposizione per affrontarlo. Rimane infine  l’ostacolo dovuto al fatto che, dopo millenni che le varie chiese ci stanno martellando in testa l’idea che l’uomo è stato creato da DIO ed è  l’essere più perfetto, si fa per dire, esistente al mondo , questo uomo non si rassegna a cedere il trono. Ne siano prova sia le difficoltà avute per affermarsi della dottrina copernicana, sia il rumore attualmente destato dal recente principio antropico. Che non è che Tolomeo, gettato fuori dalla porta. Che vuole rientrare dalla finestra. Concludo raccontandovi che , recentemente, un anziano e dottissimo gesuita, esperto in astronomia, mi ha detto: “stai sicuro, che non c’è nessun altro!!.

 

ET  DE  HOC  SATIS:

 

 

 

Firmato da    –  Giorgio  BUONVINO  – 16 marzo 2000

images (1)

Advertisements

Una risposta a “ARCHIVIO C.U.T. – Documento n° 12

  1. Usai Marco dicembre 20, 2013 alle 11:13 am

    Sono sempre più convinto, che la vita crea coscienza.La cosciensa porta alle dimensioni.Le dimensioni concepiscono l’universo.L’immaginario extraterrestre costruisce nuove dimensioni ,che continueranno a scorpargere vita nell’universo.La cosciensa dell’inizio e della fine.Da senso alla nostra esistenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: