CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

U.F.O SACRA SCRITTURA E TEOLOGIA

 Padre Balducci sul “Times” Focus, intervistato sulla vita nell’Universo così risponde
E.T. Esiste.

mani alieno dio

-Avv. Prof. Gianpaolo Di Bisceglie
La fede in Cristo non è incompatibile con UFO ed extraterrestri.Non credere agli ufo e all’esistenza di altri esseri è un peccato. La loro presenza non è solo provata da milioni di testimonianze,da scienziati atei ma è confermata da alcuni brani della sacra scrittura che in alcuni punti chiariscono la presenza di vita extraterrestre. Così recita il salmo 23:”del signore è la terra , l’universo e i suoi abitanti”. A questo punto , è necessario porsi il seguente interrogativo.Ora ,perché il salmista ha voluto ,dopo aver citato la terra,ricordare l’universo con i suoi abitantI?” Ciò vuol dire che la presenza di altri esseri è certa.Anche la teologia è d’accordo su questa tesi.Padre Aristide Serra,docente all’università  Marianum di Roma , ha tra l’altro precisato che nella parola universo , scritta nella Bibbia 66 volte è data per implicita e ovvia la presenza di altri mondi abitati.Altri teologi ricordano poi una citazione che è riconducibile alla stessa convinzione: La prima citazione riguarda Il Salmo 95 che al versetto II dispone:“Gioiscano i cieli e esulti la terra”.Il Cardinale Niccolò Cusano, filosofo e scienziato vissuto nel XV sec. a sostegno della vita nell’universo, affermava: “Non c’è stella dalla quale siamo autorizzati ad escludere l’esistenza di esseri, sia pure diversi da noi”.Un’altra autorevole e interessante dichiarazione,proviene da Padre Angelo Secchi, gesuita e astronomo scomparso purtroppo nel 1876: “E’ assurdo considerare i mondi che ci circondano come enormi deserti inabitati e cercare il significato del nostro universo in questo nostro piccolo mondo abitato” .L’affermazione, ci fa comprendere che l’universo, quello osservabile, è immenso e che è assurdo pensare che non pulluli di vita e bisogna aggiungere che “il nostro piccolo mondo abitato” altro non è che un microscopico granello di sabbia in un deserto infinito che non è brullo, ma ricco per non dire ricchissimo di tutti gli elementi basilari della vita a cominciare dall’acqua. Anche Padre Pio di Pietrelcina a sostegno della vita extraterrestre, a chi li chiese un giorno se gli extraterrestri esistessero veramente,ha risposto:”L’onnipotenza di Dio non si limita al solo pianeta terra. In altri pianeti esistono delle creature e altri esseri che non hanno peccato come noi e che pregano Dio”. Questo vuol dire,secondo un mio modesto parere,che siamo tutti figli di un unico Dio (magari chiamato in un modo diverso) terrestri ed extraterrestri , e che pertanto prima o poi dovremo unirci in un sentimento universale: abbracciare la fratellanza cosmica. Per rimanere sempre in ambito teologico, ancora una volta, il reverendo Dessauer di Monaco, partecipando ad un convegno di teologi e sociologi,rilasciò una dichiarazione sensazionale, affermando che la terra”è oggetto di attenzioni da parte di esseri intelligenti provenienti da altri pianeti. Gli uomini si devono preparare all’incontro con questi esseri.” L’affermazione è davvero sconvolgente e sempre più fa pensare che la chiesa dopo un lunghissimo silenzio, comincia ad appoggiare l’idea che non siamo soli nell’universo. Infatti, lo stesso Josè Luis Funes, astronomo gesuita nonché direttore della Specola Vaticana (L’osservatorio astronomico del Vaticano che si trova a Castel Gandolfo)ha dichiarato in modo esplicito che è fermamente convinto nell’esistenza della vita extraterrestre e aggiunge pure che “un giorno incontreremo gli alieni come nostri”fratelli”.Ancora una volta riaffiora il sentimento profondo della fratellanza cosmica.Non a caso, nel mese di novembre 2009, presso la Casina Pio IV, nella settimana di studi “Astrobiology” promossa dalla Pontificia Accademia delle Scienze, l’ottava sessione dei lavori che aveva come titolo”L’intelligenza altrove e vita ombra” si è occupata dell’ipotesi sull’esistenza di forme di vita senzienti in altri mondi e della possibilità della presenza di forme di vita diverse dalla nostra nel nostro mondo. Padre Funes ha dichiarato che le domande riguardanti l’origine della vita e la sua esistenza da qualche altra parte nell’universo, sono “molto interessanti” e meritano una seria considerazione e che questi interrogativi hanno molte implicazioni filosofiche e teologiche.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: