CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Archivi delle etichette: tardigrado

Scoperti Animali .. “Spaziali”

Tardigrado-300x182.jpgQuando pensiamo ad un animale, la prima cosa che ci viene in mente è l’immagine di un cane, un gatto, una giraffa, ma le specie animali presenti sulla terra sono milioni. Secondo studi recenti il numero complessivo delle specie vanno dai 3 ai 100 milioni. La diversità biologica presente sul pianeta è davvero impressionante, si va dalla presenza di animali grandissimi come la balenottera azzurra, che può superare i 33 metri di lunghezza e le 180 tonnellate di peso ad animali così piccoli che risultano essere non visibili se non usando dei microscopi.

Fanno parte di questa ultima categoria i tardigradi, animali microscopici a simmetria bilaterale e di forma affusolata che sono presenti con lunghezze che oscillano tra i 200 ed i 700 µm (0.0007 metri), vengono anche chiamati (orsi d’acqua) il loro ambiente ideale è il muschio ma li si trova anche tra le felci, conducono vita attiva solamente quando circondati da un pò d’acqua.

E’ di pochi giorni fa la notizia che ricercatori guidati dal dottor Roberto Guidetti dall’Università di Modena e Reggio Emilia hanno trovato addirittura in Antardide una nuova specie di questi animali.

I tardigradi sono animali davvero particolari, non tanto per la loro grandezza ma bensì perchè hanno comportamenti che rientrano nella categoria degli organismi estremofili. La durata della loro vita varia da qualche settimana fino ad oltre un anno che diventa molto di più se si sommano i loro momenti di dormienza. Il tardigrado è in grado di effettuare un rallentamento (sospensione) del proprio metabolismo, sono stati trovati esemplari che si sono (riattivati) da un campione di muschio conservato da 10 anni in un freezer (a -80°C). Ma non è tutto, sono in grado di sopportare dosi di radiazioni UV e ionizzanti, temperature molto basse o elevate (fino a –273°C e a +151°C), elevatissime pressioni atmosferiche (600 MPa) e sostanze chimiche (come etanolo, bromuro di metile).

Nel 2007, sono stati condotti esperimenti nello spazio nell’ambito del progetto TARDIS promosso dall’ESA. Durante la missione sono stati svolte prove per verificare la resistenza di questi animali, esposti al vuoto, schermati, o esposti alle radiazioni solari e cosmiche. I risultati di sopravvivenza sono stati davvero eccezionali in quanto si è provato che questi animali sono stati in grado di ridare vita al proprio corpo dopo aver ricevuto una dose di radiazioni UV di oltre 7000 kJm-2 in condizioni di vuoto spaziale.

Gli studi su questo animale sono molto importanti per comprendere quali sono le condizioni minime affinchè possa esistere la vita. Per approfondire l’argomento vi consiglio questo link in cui è presente una audio intervista al dott. michele cesari, membro del gruppo di biologia animale dell’università di modena, ed infine se vi siete già affezionati a questo strano essere, troverete qui una guida che vi aiuterà a cercarne uno per poterlo allevare a casa.

Fonte || LinkTardigrado-300x182.jpg

Annunci