CENTRO UFOLOGICO TARANTO MAGAZINE

PORTALE DI DIVULGAZIONE E INFORMAZIONE UFOLOGICA, MISTERI SPAZIALI, STORICI E PALEONTOLOGICI

Stephen Hawking avverte:”è pericoloso incontrare gli extraterrestri”

Uno dei più grandi astrofisici al mondo avverte “gli alieni sono là fuori e la Terra deve fare attenzione“. Così afferma Stephen Hawking. Egli suggerisce che è quasi certo che gli extraterrestri esistano, ma che invece di cercarli l’umanità dovrebbe fare di tutto per evitare un qualsiasi tipo di contatto. I suggerimenti di Hawking sono disponibili in una nuova serie di documentari , in cui lo stesso scienziato esporrà il suo ultimo pensiero su alcuni dei più grandi misteri dell’universo. “La vita aliena“, egli afferma, “è quasi certo che esista in altre parti dell’universo: non solo pianeti, ma forse al centro di stelle o, addirittura, fluttuanti nello spazio interplanetario“. La logica di Hawking sugli alieni è, per lui, insolitamente semplice. “L’universo“, egli rileva, “è composto di 100 miliardi di galassie, ciascuna contenente centinaia di milioni di stelle. In un luogo così grande è improbabile che la Terra sia l’unico pianeta dove si sia evoluta la vita. Per il mio cervello matematico, i soli numeri fanno pensare in modo razionale agli alieni. La vera sfida è quella di capire cosa gli alieni potrebbero effettivamente essere. La risposta“, suggerisce, “è che la maggior parte di essi sarà l’equivalente di microbi o di animali semplici, il tipo di vita che ha dominato la Terra per la maggior parte della sua storia“. Inoltre Hawking afferma che “una qualche forma di vita potrebbe essere intelligente e rappresentare una minaccia“. Hawking ritiene che il contatto con una tale specie potrebbe essere devastante per l’umanità. Egli suggerisce che gli alieni potrebbero fare dei “raid” sulla Terra per le risorse che il pianeta ha e per poi affermare che “immagino che possano esistere in astronavi enormi, avendo esaurito tutte le risorse del loro pianeta natale. Tali alieni avanzati potrebbero essere diventati forse nomadi, cercando di conquistare e colonizzare qualunque pianeta possano raggiungere“. Hawking conclude che “cercare di entrare in contatto con razze aliene è un pò troppo rischioso. Se mai gli alieni ci visitassero, penso che il risultato sarebbe molto simile a quando Cristoforo Colombò sbarcò in America, e le cose non andarono bene per i nativi americani“.

Sintesi dal sito (in lingua inglese): http://www.timesonline.co.uk/tol/news/science/space/article7107207.ece

Annunci

28 risposte a “Stephen Hawking avverte:”è pericoloso incontrare gli extraterrestri”

  1. rick aprile 26, 2010 alle 7:46 am

    Qualora i dati che si otterranno quando l’occhio delle sonde riuscirà ad espandere ancora di più l’universo portassero ad una conferma di una distribuzione -frattale- dell’universo stesso, il modello cosmologico attuale passerebbe un brutto momento.
    http://www.mystars.it/CosmologiaUniversoFrattale.aspx

  2. franco29337 aprile 26, 2010 alle 1:55 pm

    A maggior ragione, stando a quanto si legge nel link proposto, potremmo aspettarci di tutto, ma senza andare troppo lontano, penso che la nostra galassia con i suoi cento miliardi di stelle,circa,più gli altri miliadri del gruppo locale, ci possano bastare a frenare eccessivi entusiasmi per una rapida soluzione al quesito fondamentale. Siamo davvero soli in quest’angolo d’universo? Io sinceramente spero di no, mi auguro solamente che abbiano la capacità di meravigliarsi osservando il loro cielo nutturno,il che li renderebbe più a noi simili ed accettabili. Saluti F.

  3. Aiace aprile 26, 2010 alle 1:59 pm

    Rick, cosa c’entra la cosmologia frattale con i timori di Howking al riguardo delgi alieni?

    nano nano
    Aiace

  4. giac aprile 26, 2010 alle 2:58 pm

    Se gli alieni hanno esaurito le risorse del loro pianeta e arrivano fino a qui la guerra purtroppo sarebbe inevitabile e chi è meno progredito tecnologicamente è destinato a soccombere. Quindi speriamo di non essere scoperti

  5. stefano aprile 26, 2010 alle 4:17 pm

    Da come dice lui, sembra quasi che dobbiamo camuffare la Terra per non farci vedere!
    E’ un controsenso dire…è pericoloso cercare gli ET e allo stesso tempo supporre l’esistenza di alieni nomadi che cercano risorse in altri pianeti.
    Se sono loro che ci trovano, noi che possiamo fare?….ci nascondiamo dietro la Luna?
    E cmq sia sono sempre stato dell’idea che il nostro pianeta è stato sempre visitato da ET, e da quanto sembra, siamo ancora noi a decidere il nostro destino e quello del pianeta….purtroppo!

  6. gimbo aprile 26, 2010 alle 5:10 pm

    Stephen Hawking potrebbe aver ragione.Se gli extraterrestri si presenteranno allora gli daremo una addeguata accoglienza……molto calorosa!

  7. Wheapon aprile 26, 2010 alle 10:04 pm

    gimbo :
    Stephen Hawking potrebbe aver ragione.Se gli extraterrestri si presenteranno allora gli daremo una addeguata accoglienza……molto calorosa!

    Già, una guerra termonucleare contro armi elettromagnetiche. prevedo il buio totale della terra se una cosa dovesse mai avvenire asd

  8. rick aprile 27, 2010 alle 7:48 am

    Aiace :
    Rick, cosa c’entra la cosmologia frattale con i timori di Howking al riguardo delgi alieni?
    nano nano
    Aiace

    manca il concetto frattale applicato alla nostra comprensione in queste considerazioni sulla vita nell’universo, siamo tutti parte di un organismo
    questi scienziati separano troppo invece che vedere un unico organismo interdipendente

    http://dotsub.com/view/283e50c7-4f2e-4bfe-b2a1-cb52e652a85e

  9. luigi aprile 27, 2010 alle 8:23 am

    Vorrei permettermi di fare delle considerazioni che penso possano essere interessanti.
    Ormai credo che sia un dato di fatto l’esistenza di altri esseri intelligenti e le numerose dichiarazioni di eminenti scienziati cominciano ad essere numerose.
    A questo punto direi che anche l’ufologia debba fare un passo in avanti.
    Per me è del tutto inutile continuare a guardare verso il cielo ed aspettare di vedere un UFO.
    Perchè?
    Ormai i progetti segreti o meno dei governi sono troppo numerosi ed è facile commettere errori, il cielo comincia ad essere troppo inflazionato e le tecniche digitali che possono ingannarci sono alla portata di tutti.
    Cosa proporrei?
    1) una archeoufologia cioè uno studio serio sul nostro passato e sulle eventuali influenze esterne;
    2) un movimento di opinione che possa obbligare i nostri governi a darci la verità.

    Concludendo con un mio pensiero sulle dichiarazioni di Stephen Hawking posso dire che è impossibile, allo stato attuale, per noi, pensare a come possano essere gli alieni ed a cosa vogliano in quanto la diffrenza evolutiva sarebbe inconcepibile.
    Come spesso si dice la realtà va sempre oltre l’immaginabile

  10. rick aprile 27, 2010 alle 8:47 am

    sono gli stessi ragionamenti che facciamo tra culture e paesi diversi e abbiamo i risultati deprimenti che vediamo ancora oggi in buona parte del pianeta

  11. skater aprile 27, 2010 alle 9:51 am

    La verità è che l’uomo ha paura… non dobbiamo aver paura la dobbiamo pensare che vengono in pace e vedrete che cambiare il mondo…sono gia in mezzo a noi ma non li vediamo possono essere trasparenti si possono memitizzare fra la vegetazione…immagginate uno che soffre di cuore se vede gli ufo muore sul colpo piano piano dobbiamo iniziare a far capire alla gente che il mondo sta per cambiare si sta per evolvere!! come dice eistein

    OGNI COSA CHE PUOI IMMAGINARE, LA NATURA L’HA GIà CREATA.

    io la interpreto cosi : l’uomo voleva che ci fossero altre forme di vita e cosi e stato ma ora cosa vogliamo?(altri pianeti viaggi nel tempo nuove storie, tutte cose che piano piano stanno scomparendo se ci pensate)

    pensate sempre in POSITIVO e il mondo continuera a evolversi

  12. Arthur McPaul aprile 27, 2010 alle 1:03 pm

    Forse a sterminare gli alieni ci penserebbero i microbatteri o il virus del raffreddore. Hawking sta guardando troppi film di fantascienza ma non ha del tutto torto sulla pericolosità degli alieni

    Arthur McPaul

  13. MilloRN aprile 27, 2010 alle 1:23 pm

    Ma non avete mai pensato al fatto che i veri alieni potremmo essere noi un giorno???
    Mi spiego, noi siamo talmente fissati con il fatto che ci sia “qualcun’altro” qui sul nostro pianeta che non abbiamo considerato il fatto che i veri alieni potremmo essere noi agli occhi di qualcuno in furuto non lontanissimo.. se per esempio su giove o saturno ci fosse una civiltà non avanzata “Es. Impero Romano o Egiziani” noi stessi saremo gli alieni ai loro occhi! 😀 non sò se mi spiego… se fossimo noi a raziare gli altri pianeti perchè un giorno quando avremo esaurito tutte le risorse non sapreno come campare?? Se fossimo noi quelli più avanzati tecnologicamente nell’universo e che un giorno andremo con delle immense astronavi a terrorizare gli altri popoli?
    Pensateci bene..

  14. Kla aprile 27, 2010 alle 3:12 pm

    Sono più che d’accordo con quanto espresso da Luigi

  15. skater aprile 27, 2010 alle 7:52 pm

    anche milloRN ha ragione ma penso l’uomo è troppo “stupido” per poter terrorizzare gli altri popoli della galassia..già solo il fatto che non conosciamo il nostro pianeta (vedi peresempio il mare) già che diamo pregiudizi su gli EXTRA-TERRESTRI e non li conosciamo,come dice questa frase:

    Finché il colore della pelle di un uomo sarà più importante di quello dei suoi occhi sarà sempre guerra.

    finche l’uomo non supera questo scoglio non andremo da nessuna parte.

  16. skater aprile 27, 2010 alle 8:03 pm

    “Concludendo con un mio pensiero sulle dichiarazioni di Stephen Hawking posso dire che è impossibile, allo stato attuale, per noi, pensare a come possano essere gli alieni ed a cosa vogliano in quanto la diffrenza evolutiva sarebbe inconcepibile.
    Come spesso si dice la realtà va sempre oltre l’immaginabile”

    sulla prima parte ti do ragione finche non escono fuori non possiamo dare giudizi,ma la possiamo pensare positivamente…il fatto dell’evoluzione perchè sarebbe inconcepibile? l’immagginazione e cio che rende questo mondo a colori se togli l’immagginazione ritorneremo in bianco e nero.

  17. Arthur McPaul aprile 27, 2010 alle 10:09 pm

    Questo argomento pone moltissimi quesiti e poche risposte. Innanzi tutto, tralasciando per un attimo le supposizioni degli archeoastronomi o dei clipeologi, dei santoni new age e degli ufologi irresponsabili, possiamo affermare, con la certezza della scienza ufficiale che sulla Terra non è mai avvenuto nessun contatto con gli extraterrestri. La statistica, basata sul paradosso di Fermi, rende inutle l’intervento di Hawking, che se non fosse fatto da lui, uomo in fin di vita e soprattutto il più celebre astrofisico della Terra, verrebbe da pensare ad un’operazione commerciale sensa alcun fine. Invece il pensiero si fonda sul fatto che, l’uomo sta aprendo la mente a questo problema, forse perchè l’esobiologia ha dimoatrato e lo sta continuando a fare, che, la vita puo essere sorta anche in luoghi inospitali come la Luna.
    Entro 10 o al massimo 20 anni scopriremo il primo pianeta come la Terra, e allora l’uomo inizierà a chiedersi come raggiungerlo… perchè probabilmente con la spettrometria vi saranno traccie di ossigeno, di idrogeno, di azoto, di metano. Allora anche i piu rigidi scienziati capiranno che noi non siamo soli e una nuova grande avventura di esplorazione dovra iniziare.
    A quel punto i teorici dovranno capire come distorcere lo spazie e il tempo per muovere l’uomo fin lassu. Iniziera una nuova rivoluzione. Credo che nei prossimi 50 anni, l’uomo cambiera completamente il suo modo di intendere l’Universo e la Terra sarà un tutt’uno, un unico popolo che partirà alla conquista del vicino universo. Noi allora non ci saremo o saremo troppo vecchi se la genetica non ci grazierà con l’elisir di lunga vita!

  18. Danilo aprile 28, 2010 alle 9:25 am

    Non condivido pienamente le affermazioni di questo scienziato. in merito vorrei segnalarvi la dichiarazione resa dal Dott. Steven Greer (ideatore del Disclosure Project) proprio in merito a quanto detto da Hawking.
    Qui sotto il link da me pubblicato:

    http://www.danilo1966.splinder.com/

    Danilo

  19. centroufologicotaranto aprile 28, 2010 alle 9:41 am

    Caro Danilo, perchè scagliarsi in questo modo su Hawking? Naturalmente ci basiamo sulle dichiarazioni di Greer. Innanzitutto Hawking ha ipotizzato ciò che è nel suo pensiero, quindi non ha fatto ciò per atto di fede. Greer, invece, parla già di xenofobia nei confronti dell’extraterrestre ed è certo (e qui entra le fede per l’extraterrestre) che se vengono qui, data la loro “superiorità”, ci donerebbero un pò della loro tecnologia. Ecco le differenze tra Hawking e Greer, il primo esprime delle ipotesi, le quali possono essere non condivise, ma restano tali; il secondo ne fa una crociata contro lo scienziato, additandolo di essere succube del potere politico-militare. A quanto pare Greer è stato (parole sue), e noi ne abbiamo avuto conferma quando andammo ad un convegno ufologico a Fiumefreddo Bruzio nel 1998, ex agente della CIA. Quindi anche le sue parole devono esser prese con le pinze. Perchè la verità sicuramente non uscirà dalla sua bocca. Come da nessuno.

  20. rick aprile 28, 2010 alle 10:02 am

    le parole di Hawking sono spiaccicate al rapporto Brookings
    sembra che la NASA come agenzia in realtà militare e del pentagono trattenga dati sull’argomento ufo-et in base a tale rapporto, che dice che il contatto con una civilta et piu evoluta distruggerebbe la nostra
    questo, studianto piu a fondo l’argomento e i dati oggi a disposizione anche dall’ambiente ufologico, (cosa che non credo faccia Hawking) è solo un punto di vista estremamente parziale
    Quell’articolo sulla presunta risposta di Greer non si capisce pero da dove provenga
    Il punto è che in questo mondo è palese la strumentalizzazione della paura per manipolare le persone e alimentare l’industria della guerra, comunque sia sono punti di vista e non c’è nulla da fare, sta ad ogni singolo usare il proprio cervello non seguendo automaticamente la paura ma studiando e ragionando, grosse parole al giorno d’oggi

  21. rick aprile 28, 2010 alle 10:07 am

    aggiungo, una civilta che ha raggiunto il viaggio intergalattico è indistruttibile, vive nelle galassie e non è isolata ad un pianeta
    come descrive anche Kaku, manipola energie che nemmeno ci sogniamo e se fossero ostili possiamo tranquillamente non pensare a come opporci, non c’è modo e non è fantasia, basta studiare un poco a fondo l’argomento
    Quello che ci distrugge è la paura, la paura di noi stessi, fra noi stessi, della natura, dell’universo, dell'”alieno”, come a scuola, il bullo ci controlla con la paura e ad un certo punto ci controlliamo da soli, non serve nemmeno il controllore
    La natura non funziona cosi, è un continuo scambio e non una chiusura

  22. luigi aprile 28, 2010 alle 12:15 pm

    rick :aggiungo, una civilta che ha raggiunto il viaggio intergalattico è indistruttibile, vive nelle galassie e non è isolata ad un pianetacome descrive anche Kaku, manipola energie che nemmeno ci sogniamo e se fossero ostili possiamo tranquillamente non pensare a come opporci, non c’è modo e non è fantasia, basta studiare un poco a fondo l’argomentoQuello che ci distrugge è la paura, la paura di noi stessi, fra noi stessi, della natura, dell’universo, dell’”alieno”, come a scuola, il bullo ci controlla con la paura e ad un certo punto ci controlliamo da soli, non serve nemmeno il controlloreLa natura non funziona cosi, è un continuo scambio e non una chiusura

    condivido pienamente l’analisi di Kaku, uno dei migliori divulgatori al mondo per me.
    era questo il senso della mia affermazione precedente in merito alla realtà che va sempre oltre l’immaginabile.
    credo poi che nessuno possa dire allo stato attuale se aver paura o meno.

  23. franco29337 aprile 28, 2010 alle 1:52 pm

    Noto che continuiaiamo col parlarci addosso “espressione del linguaggio corrente”senza riuscire a cavare il ragno dal buco, ma il ragno non c’è.Purtroppo si continua a ragionare ed a pensare con la nostre conoscenze ed esperienze di fondo e per quanto profonde esse siano l’apertura mentale necessaria è ancora lontana.Grazie a questo Sito ogni giorno aggiungiamo briciole di conoscenza in più checchè ne dicano i vari debunker misificatori. Saluti F.

  24. eddy dicembre 11, 2010 alle 2:46 am

    [NDR: Intervento Moderativo]
    Tentativo di pubblicizzare la propria attività in modo non tanto nascosto, ma sicuramente apprezzato.
    Non è certo questo il posto per pubblicizzarsi. Grazie.
    [/NDR]

  25. zack maggio 30, 2012 alle 10:11 am

    È una teoria abbastanza contradditoria. Una civiltà che possa viaggiare a velocità vicine se non oltre a quelle della luce potrebbe tranquillamente non avere problemi di risorse. Secondo me è giusta invece l idea di capire alcuni fenomeni. Io qualche girono fa , per la prima volta ho visto delle sfere arancioni non riconducibili a stelle o pianeti o a veivoli terrestri. Questo però è un fenomeno che negli ultimi mesi è stato notato più voltenel Nord italia.
    E allora mi chiedo se non vogliono farsi vedere perché andare in giro con un bel blu stella invece che un arancione fluorescente ? E se invece si vogliono fare notare un saluto no ? L indifferenza totale , che non vuol dire non voler interferire, mi farebbe molta paura.

  26. Laura maggio 30, 2012 alle 5:24 pm

    E’ uno scenziato, c’è noi stiamo contraddicendo uno scenziato.. Poi, ognuno interpreta la notizia degli alieni come vuole, ma a quanto pare molti la interpretano negativamente, e forse è così:perchè se non per altro i governi, ad esempio quello americano, ci sta tenendo segreta questa notizia? Probabilmente, perchè sta studiando tecnologie più avanzate, per essere più avanti degli altri, ma non credo..

  27. scettico agosto 8, 2012 alle 6:48 pm

    ma perché dovrebbero venire fin qui da noi, con quello che dovrebbe costare loro in termini di energia (l’unica vera risorsa scarsa di tutto il cosmo)? probabilmente ci sono, se ci sono sicuramente sono molto lontani e certamente non verranno mai a trovarci anche nel remotissimo caso fossero riusciti ad individuarci nella miriade di stelle che popolano l’universo, a meno che non avranno un gran bisogno di qualcosa che abbiamo solo noi (ma non vedo cosa). a ruoli invertiti nemmeno noi ci muoveremmo, se non per bisogno di risorse (la solita energia) o per affermare una qualche supremazia militare o politica, l’unico vero motivo che ha finora fatto muovere all’uomo i primi passi fuori dal suo pianeta.

  28. Aster aprile 20, 2013 alle 12:24 am

    Dai commenti letti ritengo che voi ragazzini ignoranti privi di qualsivoglia razionalità scientifica spariate solo balle.
    1) è improbabile che nella via lattea esista una forma di vita intelligente oltre la nostra , perché uno bisogna trovare un pianeta con condizioni tali da garantire la vita di cui le probabilità si attestano al 90% date le dimensioni della sola via lattea,tuttavia solo parte della via lattea può consentire periodi prolungati di stabilità (miliardi di anni) tale da garantire lo sviluppo della vita, dunque ne consegue che solo parte di essa cioè la periferia possa ospitare la vita, 50% probabilità.Inoltre data la complessità della vita e le cause fortuite che hanno fato estinguere forme di vita ancestrali per permettere la comparsa dell’uomo o di una forma intelligente le probabilità scendono al 20%. Infine e più importante affinché avvenga un contatto occorre la cocomitanza temporale forse gli alieni intelligenti sono esistiti 1 2 3 4 5 miliardi di anni fa non importa , noi non possiamo vederli se hanno vissuto in un epoca cosi remota probabilità pari a 2%.
    Le enormi distanze inviolabili perfino dalla luce e l’assenza di metodologie che forse sono inarrivabili (o perché inesistenti o perché non avremo il tempo ci estingueremo prima)per percorrere l’universo probabilità -40%.
    2) Hawking dice anche tante vaccate chi è cosi avanzato da poter viaggiare e osservare l’intero universo on ha bisogno di fare il nomade morto di fame può prendere ciò che vuole ,l’acqua da europa e tritone che ne hanno 20000 volte più della terra , il gas da Giove che ne ha miliardi e miliardi di volte più della terra, diamanti e oro su Callisto che ne ha infinitamente di più della terra.
    3)l’umanità farebbe meglio a pensare come proteggere la terra divenendone il custode è non il parassita distruttore o sarà la fine per noi altro che alieni….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: